Lavori Pubblici

Debiti Pa, il ministro D'Alia firma la circolare con adempimenti per le amministrazioni centrali

Al. Tr.

«Ricognizione per il pagamento dei debiti certi, liquidi ed esigibili relativi a forniture, appalti e prestazioni professionali maturati entro il 31 dicembre 2012»

Il ministro per la Pubblica amministrazione Gianpiero D'Alia ha firmato la circolare (scarica il testo ) che effettua la ricognizione degli adempimenti di carattere non strettamente economico-finanziario posti a carico delle pubbliche amministrazioni centrali dal decreto-legge 35 del 2013. E' quanto informa una nota del dipartimento diffusa oggi.
«Tenuto conto della gravita' delle sanzioni derivanti dal mancato o dal ritardato adempimento delle procedure per il pagamento dei debiti scaduti, - si legge nella nota - con la presente circolare il ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione raccomanda alle Amministrazioni centrali debitrici e, in particolare, ai vertici amministrativi e ai dirigenti responsabili, di predisporre tempestivamente tutte le attivita' necessarie e funzionali per il pagamento dei debiti scaduti al 31 dicembre 2012».
«Questa ricognizione agevolera' lo sblocco e il pagamento dei debiti certi, liquidi ed esigibili - spiega la nota - relativi a forniture, appalti e prestazioni professionali maturati entro il 31 dicembre 2012 nonché assicurerà la completa ricognizione e certificazione dei debiti non soddisfatti con le risorse stanziate dall'apposito fondo».
Infatti, il decreto-legge 35 del 2013 ha individuato due diverse procedure: una finalizzata al pagamento dei debiti mediante le risorse confluite nel fondo citato, l'altra finalizzata alla ricognizione e alla certificazione dei debiti non soddisfatti a causa dell'incapienza delle risorse stanziate.
«Il quadro - conclude la nota - si completa con le disposizioni sui tempi massimi di pagamento recentemente introdotte dal decreto legislativo 9 novembre 2012 il quale, per quanto riguarda il pagamento dei debiti delle pubbliche amministrazioni sorti a far data dal 1° gennaio 2013, ha integralmente recepito la direttiva Ue relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali».


© RIPRODUZIONE RISERVATA