Lavori Pubblici

Cipe, all'Abruzzo altri 1,2 miliardi, di cui 385 impegnabili subito. Ok alla Roma-Latina

Alessandro Arona

Risorse alla ricostruzione fino al 2019, e subito la possibilità di non rallentare i cantieri privati in corso - Roma-Latina in Pf, grazie al Dl Fare avanti con la gara anche se manca una quota di fondi

Il Cipe punta a risolvere il problema di liquidità nella ricostruzione post terremoto in Abruzzo, e nella seduta di oggi ha assegnato risorse subito impegnabili per complessivi 385,4 milioni di euro, di cui 114,4 derivanti dalla nuova assegnazione di oggi (nel complesso, in via programmatica, 1.183 milioni per il periodo 2014-2019) e i restanti 271 milioni dall'autorizzazione ai Comuni a impegnare subito i residui già assegnati per il 2014. Gli 1,2 miliardi per l'Abruzzo derivano dall'articolo 7 del Dl Emergenze, il 43/2013, e sono finanziate con l'aumento delle marche da bollo.

Il Cipe ha inoltre approvato il progetto definitivo della nuova autostrada in project financing Roma-Latina, e dato parere positivo allo schema di convenzione. L'articolo 18 c. 4 del Dl Fare (69/2013) aveva in proposito così disposto: «Le risorse già assegnate con la delibera CIPE n. 88/2010 al « Corridoio tirrenico meridionale A12 – Appia e bretella autostradale Cisterna Valmontone» sono indistintamente utilizzabili per i lotti in cui è articolata l'opera. L'opera, interamente messa a gara, può essere realizzata e finanziata per lotti funzionali, senza alcun obbligo del concedente nei confronti del concessionario al finanziamento delle tratte non coperte ove nei tre anni successivi all'aggiudicazione non vengano reperite le risorse necessarie».
Al momento l'importo complessivo dell'intervento è pari a 2,7 miliardi di euro: i fondi pubblici a disposizione, sono 468 milioni di euro che potranno essere integrati fino al massimo del 40% del costo totale dell'opera, ne mancherebbero dunque circa 600 milioni.
La decisione del Cipe di oggi dovrebbe dunque consentire all'Anas di proseguire la gara n corso, salvo poi verificare post aggiudcazione le risorse publiche disponibili e come adeguare il piano finanziario. Bisogna però vedere se un quadro così incerto invoglierà i privati a farsi avanti con le offerte ....

Ma ecco il quadro completo delle decisioni

Fondi all'Abruzzo post-terremoto
Il Cipe ha approvato la ripartizione dello stanziamento complessivo di 1.183,2 milioni di euro, per il periodo 2014-2019, di cui all'articolo 7-bis, comma 1, del decreto-legge n. 43/2013, assegnando in via programmatica - a favore dei Comuni della Regione Abruzzo colpiti dal sisma dell'aprile 2009 - risorse pari a 1.124,04 milioni di euro per la ricostruzione delle abitazioni private, di cui un importo di 187,2 milioni di euro per l'anno 2014 è stato assegnato in via definitiva.
Il ministero della Coesione (che ha la delega sull'Abruzzo) ha spiegato che il Cipe consente l'anticipo dell'impegno, relativamente all'annualità 2014, per gli interventi di ricostruzione privata dell'Aquila, pari a 114,4 milioni di euro. Si sottolinea inoltre che l'assegnazione di 67,2 milioni per i 56 Comuni del cratere e i 5,6 milioni per i restanti Comuni fuori cratere "verrà ripartita a seguito dei dati del monitoraggio finanziario, fisico e procedurale degli interventi".
Il Comune dell'Aquila sarà inoltre autorizzato ad impegnare nel corso del 2013 le risorse ancora non spese attribuite dalle precedenti delibere Cipe per le annualità 2013 e 2014, che ammontano a circa 271 milioni.
Nel complesso la ripartizione dei 1.183,2 milioni di euro per il periodo 2014-2019, pari a 197,2 milioni per ciascun anno, risponde ai seguenti criteri: il 5% della somma totale sarà momentaneamente accantonata, il 3% del rimanente importo (1.124,04 milioni), pari a 33,72 milioni, sarà destinato agli interventi di ricostruzione degli immobili privati ricadenti al di fuori del cratere sismico. Gli ulteriori 1.090,32 milioni ancora disponibili saranno assegnati per il 63% al Comune dell'Aquila, mentre per il 37% ai restanti 56 comuni del cratere
sismico.

Autostrada Roma-Latina
Il Cipe ha approvato con prescrizioni il progetto definitivo del "collegamento autostradale A12 Roma-Civitavecchia – Roma Pontina (Tor de' Cenci)", previa reiterazione del vincolo preordinato all'esproprio sugli immobili interessati dal km 5+400 al termine dell'intervento; il Comitato ha altresì valutato positivamente con prescrizioni lo schema di convenzione per l'affidamento in concessione delle attività di progettazione, realizzazione e gestione del corridoio intermodale Roma-Latina e del collegamento Cisterna-Valmontone;

Altre decisioni di legge obiettivo
• approvato, con prescrizioni, il progetto definitivo dell'"ampliamento della cava estrattiva di Covo", facente parte del progetto "AV/AC Milano – Verona: tratta Treviglio – Brescia".
• approvato con prescrizioni il progetto definitivo di 3 terminal d'interscambio, denominati "Opere di completamento" dell'intervento "Metropolitana leggera automatica Metrobus di Brescia, primo lotto funzionale Prealpino-S.Eufemia"; il comitato ha altresì assegnato definitivamente al suddetto intervento il finanziamento di 7,226 milioni di euro a valere sull'articolo 32, comma 1, del decreto legge n. 98/2011.
• disposto la proroga di due anni della dichiarazione di pubblica utilità , del raddoppio ferroviario Bari-Bitetto, di cui alla delibera CIPE n. 95 del 29 marzo 2006.


Contratto Anas 2013
Parere favorevole del Cipe sull'aggiornamento dello schema di Contratto di programma tra Ministero delle infrastrutture dei trasporti e ANAS S.p.A. per l'anno 2013 e ha altresì disposto di non dar corso alla delibera n. 23/2013.


© RIPRODUZIONE RISERVATA