Lavori Pubblici

Expo, disco verde al Padiglione Italia. Maltauro vince la Via d'acqua sud

Al. Le.

Il Tribunale amministrativo regionale per la Lombardia ha sbloccato il progetto di Nemesi & Partners, Proger e BMS Progetti, vincitore del concorso internazionale per Padiglione Italia: si può ora di fatto procedere alla realizzazione dell'opera. Diana Bracco, Commissario Generale per il Padiglione Italia Expo 2015, ha commentato così la notizia del pronunciamento del Tar: «È una buona notizia, di cui eravamo certi perché non abbiamo mai dubitato della correttezza delle
procedure seguite dalla stazione appaltante Expo 2015 spa. Come si sa, i tempi sono molto stretti, ma ci consentono di guardare con ottimismo agli impegni che abbiamo di fronte. La nostra squadra continuerà a lavorare con impegno per rispettare le scadenze in vista del 2015».

Intanto l'impresa di costruzioni Maltauro Spa, quale mandataria di un raggruppamento d'imprese, si è aggiudicata l'appalto per la realizzazione delle opere previste dal "Progetto vie d'Acqua Sud" nell'ambito dell'Expo Milano 2015.
Si tratta della realizzazione delle opere idrauliche, edili e viabilistiche relative alla Via d'acqua Sud per il collegamento idraulico fra il sito Expo e il Naviglio Grande. L'opera prevede la costruzione di nuovi alvei di corsi d'acqua, sia a cielo aperto che non, ponti pedonali sul Naviglio Grande, opere di consolidamento, riqualificazione delle sponde, sistemazione paesaggistica e relativa viabilità con connessioni ciclopedonali tra il sito Expo, la Fiera di Milano (Rho) e l'alzaia del Naviglio Grande.
L'importo dei lavori è di 42,5 milioni di euro: l'opera, particolarmente qualificante nel panorama degli investimenti complessivi per l'Expo 2015, richiede un tempo di realizzazione di 600 giorni.
Questa acquisizione si aggiunge al portafoglio lavori dell'impresa Maltauro, che oggi ammonta a 3,5 miliardi di euro, da realizzare per il 40% all'estero. Il fatturato dell'anno 2012 è stato di 466 milioni di euro e si prevede in crescita grazie a un ulteriore consolidamento nel 2013.


© RIPRODUZIONE RISERVATA