Lavori Pubblici

Bray e Trigilia: «Accelerare il Grande progetto Pompei»

«Ci sarà un'accelerazione nei tempi e nella dimensione degli appalti per i restauri - assicura il
ministero dei beni culturali e del turismo in una nota diffusa al termine dell'incontro del Ministro Massimo Bray con il collega titolare della Coesione Territoriale Carlo Trigilia - in modo da garantire che i 105 milioni di fondi europei a disposizione del Grande Progetto siano utilizzati entro il 2015». E ci sarà anche «un intervento specifico volto ad aumentare il personale di
custodia».
Bray e Trigilia hanno deciso anche «di mettere in atto una procedura di monitoraggio continuo dei progressi effettuati che saranno periodicamente comunicati anche attraverso un sito web
dedicato».
La situazione attuale del sito archeologico campano, si sottolinea nella nota del Mibac «presenta elementi di indubbia criticità, tuttavia occorre ricordare che il Grande Progetto Pompei, approvato nel marzo 2012 e finanziato con fondi europei, ha già avviato una serie di cambiamenti che devono essere fortemente accelerati per realizzare entro il 2015 gli obiettivi richiesti dall'Unione europea: mettere in sicurezza il patrimonio, arrestandone le situazioni di degrado; garantire
per il futuro la migliore conservazione; contribuire allo sviluppo territoriale; assicurare il rispetto assoluto di condizioni di legalità e sicurezza, senza ricorrere a interventi straordinari».


© RIPRODUZIONE RISERVATA