Lavori Pubblici

Lupi: «Possibili investimenti anche nel settore ferroviario»

Massimo Frontera

Il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Maurizio Lupi, ha chiesto all'Anas un piano straordinario per la manutenzione delle strade italiane.

Lo ha detto lo stesso ministro a «L'Economia prima di tutto». «Le infrastrutture - ha ribadito Lupi - non sono una spesa "cattiva" per lo Stato, sono un investimento, una risorsa. Con la fine della procedura di infrazione non è che noi possiamo permetterci più sprechi e tornare ad una spesa pubblica enorme; dobbiamo permetterci ed abbiamo il dovere di destinare finalmente risorse allo sviluppo. Le infrastrutture possono dare questo contributo».

«Esempi di possibile ed immediata attuazione si possono fare nel settore ferroviario dove abbiamo stanziati 9 miliardi di euro per completare e realizzare gli investimenti in rete ferroviaria, dobbiamo fare ancora il contratto di servizio con le Ferrovie dello Stato per l'attuazione di questi investimenti e possiamo accelerarli subito - ha proseguito il ministro -. Ho chiesto ad Anas di presentarmi un piano straordinario di 100 bandi, 100 progetti di manutenzione della rete viaria italiana. Possiamo immediatamente nei prossimi tre mesi con 250 milioni di euro fare questi bandi che andranno ovviamente a vantaggio, non solo della qualità delle infrastrutture, ma anche delle piccole e medie imprese del territorio. Infine anche la manutenzione degli edifici scolastici con un doppio obiettivo che è quello di mettere in moto il lavoro ma prima ancora garantire la
sicurezza e la qualità della vita degli studenti e dei nostri cittadini».


© RIPRODUZIONE RISERVATA