Lavori Pubblici

Crediti delle imprese, ecco quanto potrà pagare ciascuno dei 4.864 Comuni, dopo l'ok dell'Economia

Massimo Frontera

La lista completa delle amministrazioni comunali e provinciali, con l'importo degli spazi finanziari concessi per pagare le imprese per i debiti al 31 dicembre 2012

Da Abano Terme (Pd) Zungri, piccolo ente locale calabrese. Ecco la lista completa dei 4.864 Comuni che hanno ottenuto dal ministero dell'Economia il permesso di sforare il patto di stabilità per pagare i propri debiti in conto capitale.

I Comuni
La lista è quella ufficiale, comunicata dal ministero dell'Economia e pubblicata anche sulla «Gazzetta Ufficiale» dello scorso 16 maggio. Per ciascun ente locale sono indicati due valori. Il primo riguarda gli spazi finanziari concessi per i debiti per pagamenti non estinti alla data dell'8 aprile, il secondo valore riguarda gli spazi concessi per i pagamenti effettuati prima del 9 aprile. In una terza colonna c'è poi il totale dei due valori.

Le Province
Stessa cosa per ciascuna delle Province. La lista delle 108 amministrazioni provinciali, da Agrigento a Viterbo, riporta le stesse informazioni. La lista fornita dal Tesoro è in ordine alfabetico. Nel corposo documento (link ) è riportato prima l'elenco delle Province (tra le pagine 1 e 3). Dalla pagina 4 fino alla pagina 117 c'è invece la lunga lista degli enti locali.

La lista riserva sorprese. Ci sono infatti molti enti locali che hanno chiesto importi particolarmente bassi. Sono in tutto 310 (pari a oltre il 6% del totale) gli enti locali che si sono visti concedere dall'Economia cifre al di sotto dei 10mila euro. Di questi, 77 enti locali hanno ottenuto una deroga al patto per duemila euro e 35 hanno ottenuto autorizzazioni per soli mille euro, come evidenzia anche lo studio dell'Ance (link ).

Sugli spazi finanziari concessi ai comuni spicca Venezia, che guadagna quasi 124,4 milioni di euro di allentamento del patto. È in assoluto il comune che ottiene di più dal Tesoro, seguito da Napoli, il primo comune del Mezzogiorno, con oltre 115 milioni di euro concessi. Al terzo posto c'è un altro Comune del Sud, Reggio Calabria, con 97,2 milioni. Dopo si ritorna al nord, con Milano, che ottiene oltre 93,2 milioni. Seguono in classifica Firenze (75,7 milioni), Torino (70), Roma (55,4), Salerno (46,5), Parma (38,9) e Monza (31,2).

Questo per quanto riguarda i singoli enti locali. I dati comunicati dal Tesoro ed elaborati dall'Ance dicono che su base provinciale i territori che hanno ottenuto di più sono Milano (313,6 milioni), Roma (245), Napoli (221,4), Salerno (173), Torino (169), Venezia (162), Reggio Calabria (115,6), Firenze (105,1) Brescia (89,4) e Cosenza (80,3).

Vai alla lista dei Comuni e delle Province, con i rispettivi importi autorizzati per i pagamenti alle imprese (link )


© RIPRODUZIONE RISERVATA