Lavori Pubblici

Ricorso di Ance e Confindustria contro gli appalti in house del Comune di Genova

Jada C. Ferrero

Ricorso contro il perdurare degli affidamenti diretti del comune di Genova alla controllata Aster spa. Lo hanno presentato oggi 29 aprile i tre presidenti genovesi di Assedil-Ance (Federico Garaventa), Confindustria (Giuseppe Zampini) e Confagricoltura (Giovanni Robiglio), appellandosi a Commissione europea, Corte dei Conti ligure, Autorità garante per la concorrenza, Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici. Obbiettivo, «vedere riconosciuta l'illegittimità del sistema attuato attraverso gli affidamenti senza gara alla società in house, di rilevanti attività economiche come manutenzione strade, illuminazione pubblica, impianti semaforici, elettrici e tecnologici, verde pubblico».
Secondo i tre «il modello Aster ha azzerato la concorrenza, escludendo ingiustificatamente le imprese genovesi dal mercato delle manutenzioni, che vale almeno 25 milioni l'anno. Oltretutto appaltando ai privati, il Comune risparmierebbe circa 3,75 milioni l'anno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA