Lavori Pubblici

Giovannini (Istat): «Difficile quantificare l'effetto del decreto sull'economia»

È «difficile» quantificare l'effetto dell decreto legge per lo sblocco del pagamenti dei debiti della pubblica amministrazione. Tuttavia, «l'attuale fase economica, caratterizzata da bassi livelli del tasso di risparmio e al desiderio di ricostituzione di quest'ultimo per motivi precauzionali, uniti ad un ampio livello di capacità produttiva inutilizzata, non sembra supportare l'ipotesi di un effetto pieno e immediato di tale provvedimento sulle decisioni di consumo e di investimento». Lo ha affermato il presidente dell'Istat, Enrico Giovannini, nel corso delle audizioni delle commissioni speciali sul Def.

«Anche incorporando l'effetto del pagamento dei crediti commerciali da parte della Pa, si può ritenere che il Pil dovrebbe ridursi nel 2013 in una misura molto vicina a quella stimata dal governo nel Def», che prevede una contrazione dell'1,3 per cento».

Per il 2014 «non si è ancora in grado di valutare l'effetto del provvedimento perché, spiega il presidente, le previsioni dell'Istat verranno pubblicate a maggio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA