Lavori Pubblici

Vianini chiude il 2012 in perdita ma distribuisce il dividendo

«Pur con un risultato negativo del 2012, il consiglio pensa che le prospettive di Vianini Industria siano stabili nel tempo perché la parte negativa é dovuta ad accantonamento per una causa (per il complesso industriale a Mozzanica) e una svalutazione di una partecipazione». Si é rivolto così, Alessandro Caltagirone, presidente di Vianini Industria agli azionisti nell'assemblea chiamata ad approvare il bilancio, motivando la decisione di distribuire, comunque, il dividendo nonostante la perdita.

«Abbiamo vinto la gara per Fs - ha precisato - e abbiamo buone possibilità per alcuni contratti con Vianini Lavori, relativi alla costruzione della galleria Pavoncelli e i lavori della metro C di Roma che sono temporaneamente rallentati ma ci possono portare un portafoglio di circa 10 milioni di lavori». Prospettive che derivano anche dalla possibilità di espandersi: «Stiamo anche cercando di espandere il panorama di Vianini Industria, stiamo esplorando la possibilità di valutare qualcosa all'estero. Quindi a parte i 10-12 milioni di fatturato in Italia, senza il buco registrato per i ritardi, stiamo cercando di espandere l'offerta della società; non ho niente di firmato ma abbiamo delle opportunità e se vanno in porto bene, altrimenti faremo altre scelte».


© RIPRODUZIONE RISERVATA