Lavori Pubblici

Passante di Bologna, progetto preliminare entro luglio

A.A.

Un passo avanti nella realizzazione del Passante di Bologna. Autostrade per l'Italia, nell'ambito dell'aggiornamento del verbale del luglio 2012 fatto oggi al Ministero delle Infrastrrutture, si è impegnata a presentare entro il prossimo mese di luglio il progetto preliminare dell'opera, assumendo come riferimento il tracciato autostradale indicato dagli enti locali sulla base del quale verranno fatti tutti gli approfondimenti trasportistici e analizzate le possibili ottimizzazioni.
L'opera ha un costo stimato di 1,3 miliardi di euro, ed è compresa nella convenzione unica di Autostrade per l'Italia del 2007. Il progetto è rimasto tuttavia congelato per molti anni per la necessità di avere un preventivo via libera della Commissione europea alla realizazione della nuova tratta senza gara; l'ok è arrivato, ma a due condizioni: che lo scopo dell'opera sia di decongestionare l'attuale tangenziale (e non si tratti dunque di una nuova opera) e che i lavori siano realizzati interamente con gara europea (come avvenuto per il Passante di Mestre).

L'intesa è stata raggiunta nel corso di un incontro che si è tenuto al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti cui ha partecipato il Vice Ministro, Mario Ciaccia, il presidente della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani, l'assessore regionale per la Mobilità e Trasporti, Alfredo Peri, il presidente della Provincia di Bologna, Beatrice Draghetti, l'assessore provinciale ai Trasporti, Giacomo Venturi, il sindaco di Bologna, Virginio Merola, l'amministratore delegato di Autostrade per l'Italia, Giovanni Castellucci, e l'arch. Mauro Coletta, direttore dell'Ispettorato Vigilanza Concessionarie Autostradali.
«Il Passante relativo al nodo di Bologna – ha detto Ciaccia – rappresenta un'opera strategica per il territorio e quindi il governo si è impegnato, insieme ad altri soggetti, a raggiungere nel più breve termine possibile un risultato condiviso e concreto per la realizzazione dell'infrastruttura autostradale».
I rappresentanti delle istituzioni locali hanno affermato: «La conferma del verbale aggiornato nella tempistica e dell'impegno di Autostrade e del Ministero esplicitano che la nostra impostazione è quella giusta. Lavorare per trovare insieme una soluzione a partire dalle analisi e dalle indicazioni che il sistema degli Enti locali bolognesi ha messo sul tavolo».
«Oggi si è fatto un passo in avanti utile e importante che consente a tutti di confrontarci su una progettazione preliminare e concreta dell'opera», ha concluso l'amministratore delegato di Autostrade per l'Italia Castellucci.


© RIPRODUZIONE RISERVATA