Lavori Pubblici

Eni, cessione Saipem in piano strategico 2013-2016

Eni ha in programma investimenti pari a 56,8 miliardi per il periodo 2013-16 con un incremento a parità di cambio euro-dollaro di circa 1,6 miliardi di euro rispetto al piano precedente. È quanto emerge dal Piano strategico 2013-16 presentato oggi a Londra alla comunità finanziaria. «L'incremento - spiega Eni - è in gran parte legato alle nuove opportunità di crescita della Produzione ed esplorazione, tra cui il Mozanbico».

«Il piano di investimenti sarà sostenuto - aggiunge Eni - da una forte generazione di cassa, intorno a 20 miliardi all'anno nel periodo di Piano, guidata dall'incremento della produzione E&P, il recupero graduale delle attività middle e downstream, oltre 10 miliardi di dismissioni, comprese quelle Galp e Snam, e a un riequilibrio del portafoglio di E&P».

Per le quote residue di Snam e Galp bisogna considerare per la prima circa il 12% al netto del bond convertibile lanciato sull'8% del capitale residuo dopo la cessione della quota del 10% a Cdp, mentre per Galp Eni potrebbe cedere fino all'11% al netto di un 8% legato a un bond convertibile e un 5% legato alla call option di Amorin.

Inoltre Eni ha già incassato oggi 3,2 miliardi di euro con la cessione del 20% del progetto in Mozambico ai cinesi di Cnpc.


© RIPRODUZIONE RISERVATA