Lavori Pubblici

Salerno-Reggio, apre un tratto di 9 chilometri del V macrolotto tra Gioia Tauro e Scilla

M.Fr.

Questa mattina ha aperto al traffico l'ultima parte, di circa 9 chilometri, della carreggiata nord del Macrolotto V della Salerno-Reggio Calabria (mentre per l'apertura dell'intero tratto si dovrà aspettare luglio). Si tratta del tratto che collega gli svincoli di Gioia Tauro e di Scilla, per una lunghezza complessiva di 29,8 chilometri.

Più precisamente l'intero macrolotto è compreso tra la progressiva del Km.393+500 e quella del Km 423+300. L'apertura al traffico è stata preceduta da una cerimonia di inaugurazione con l'intervento sul posto del ministro dello Sviluppo Economico e delle Infrastrutture e Trasporti Corrado Passera. È intervenuto anche Pietro Ciucci, amministratore Unico dell'Anas, Giuseppe Scopelliti, presidente della Regione Calabria; Giuseppe Raffa, presidente della provincia di Reggio Calabria e i rappresentanti degli Enti locali.

«L'appuntamento di oggi è un altro importante passo in avanti verso il completamento di una delle più importanti infrastrutture del Paese, oltre che parte integrante del corridoio europeo Helsinki-La Valletta» ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Corrado Passera. «Secondo la tabella di marcia – ha continuato il ministro – i tratti a corsia unica dovranno essere dimezzati entro l'estate, mentre entro la fine dell' anno tutti i cantieri oggi aperti dovranno essere completati. Nel corso di questi mesi abbiamo lavorato con impegno insieme ad Anas per far sì che le scadenze dei lavori vengano rispettate e l'apertura al traffico dell'ultima parte del Macrolotto V lascia ben sperare in questo senso».

«Si tratta di un obiettivo intermedio di fondamentale importanza – ha sottolineato l'amministratore Unico Pietro Ciucci – che consente di dare impulso ai residui lavori per il completamento dell'intero Macrolotto V della nuova A3 Salerno-Reggio Calabria che verrà aperto al traffico, nel pieno rispetto del programma, nel prossimo mese di luglio, prima dell'esodo estivo».

La tratta di carreggiata nord, aperta oggi al traffico, che va a completare quella aperta (circa 6 km) lo scorso mese di luglio, è tra le più complesse dal punto di vista ingegneristico dell'intera autostrada Salerno-Reggio Calabria essendo caratterizzata da una successione continua di 5 gallerie (per una lunghezza complessiva 5,6 km) e 7 viadotti (per una lunghezza complessiva 2,1 km).

Il macrolotto V si estende complessivamente per 30 km da Gioia Tauro fino a Scilla. Attualmente risultano in esercizio 15 km, su nuova doppia carreggiata,a partire dallo svincolo di Gioia Tauro, che comprendono anche gli importanti svincoli di Palmi e Bagnara.

Tra le opere in corso di realizzazione nel nuovo tratto vanno ricordati il viadotto Sfalassà (375 metri di lunghezza) il ponte dei record ad arco portale (il più alto al Mondo) e il viadotto Favazzina (440 metri), una struttura strallata con una campata centrale di 220 metri e due campate laterali di 110 metri con due antenne la cui massima altezza sfiora i 100 metri.

Complessivamente, sulla A3 Salerno-Reggio Calabria sono state realizzate o sono in corso di realizzazione 134 nuove gallerie e 432 nuovi ponti e viadotti. In alcune tratte, quali quella lucana e quella reggina, la successione galleria-viadotto procede per decine di chilometri senza soluzione di continuità.

Ad oggi , ha inoltre detto Ciucci, i lavori ultimati in entrambe le carreggiate (274 km), in corso (91 km) e in appalto (20 km) sull'autostrada riguardano 385 km, pari a oltre all'87% dell'intero tracciato (l'asse autostradale originario di km 443, al termine dei lavori di ammodernamento avrà un'estensione complessiva di circa 433 km).


© RIPRODUZIONE RISERVATA