Lavori Pubblici

Autobrennero, il Governo chiederà la proroga alla Ue. In cambio: via libera di Trento e Bolzano agli utili per la ferrovia

Alessandro Arona

Questa mattina la Giunta provinciale di Trento ha ratificato con propria delibera i contenuti dell'intesa siglata venerdì 15 febbraio fra il presidente della Provincia, Alberto Pacher e il viceministro delle infrastrutture e dei trasporti, Mario Ciaccia, riguardante da un lato la tratta trentina del raddoppio ferroviario del Brennero, e dall'altro l'impegno per la proroga della concessione dell'autostrada A22 (la delibera della Provincia di Trento ). Analoga intesa è stata siglata con la Provincia di Bolzano.
Le due materie (finanziamento della ferrovia e proroga della concessione autostradale) sono strettamente legate considerato che con l'accantonamento di fondi da parte della A22 (in corso dal 1998 in base all'articolo 55 comma 13 della legge 449/1997) dovrebbe essere co-finanziata la realizzazione dell'opera. Lo comunica una nota della Provincia di Trento.
Il testo dell'intesa prevede la garanzia che nella programmazione delle risorse finanziarie per il Tunnel del Brennero - aggiunge la nota - sia considerata con priorità la redazione e l'approvazione dei progetti relativi alla tratta trentina, assicurando una coerente temporizzazione
delle fasi di realizzazione delle opere nel nostro territorio. Al tempo stesso il Governo italiano si impegna a verificare con Bruxelles la possibilità che la concessione dell'A22 venga prorogata dopo la scadenza del 2014.
Il presidente Pacher ha ribadito la propria soddisfazione per l'intesa raggiunta con il Governo - continua la nota - pur se in questioni di questa delicatezza la prudenza é d'obbligo.
Lo Stato porterà all'approvazione del Cipe, entro il 31 dicembre 2014, il progetto preliminare delle opere finalizzate alla realizzazione del Lotto 3, circonvallazione di Trento e Rovereto. Il progetto definitivo deve essere completato entro il 31 dicembre del 2015.
Per mantenere fede a questa tabella di marcia - conclude la nota - é prevista entro un mese la costituzione di un tavolo tecnico di collaborazione tra il ministero delle infrastrutture e del trasporti e la Provincia autonoma di Trento a cui spetterà il compito di definire uno specifico programma e le relative modalità di monitoraggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA