Lavori Pubblici

Infrastrutture, viadotto «made in Italy» in Oman

È tutto made in Italy il viadotto di Wadi Adai inaugurato oggi a Mascate, Oman. L'infrastruttura, si legge in una nota, è di costruzione interamente italiana, «dalla progettazione all'installazione, fino ai macchinari e ai materiali da costruzione, una delle più imponenti opere di ingegneria pubblica realizzata nel Sultanato dell'Oman». Il progetto è stato realizzato dalla Federici Stirling Batco, a seguito di un contratto da circa 60 milioni di dollari.

Il viadotto, spiega l'azienda, «e' stato realizzato con l'innovativa tecnologia del carro di varo, che consente la messa in posa di travi prefabbricate, senza incidere sul traffico esistente e riducendo al minimo l'impatto ambientale». L'opera, consiste di due viadotti: «uno da 343 metri a doppia carreggiata, inaugurato questa mattina, l'altro da 297 metri a carreggiata singola, che sarà aperto al traffico tra circa tre mesi» .

Quanto ai materiali, sono made in Italy «anche le travi, realizzate dalla Scl Costruzioni e Montaggi di Verona, che ha fornito circa 3.700 tonnellate di acciaio speciale corten, ad alta resistenza alla corrosione, arrivato da La Spezia al porto di Mascate in 66 container».


© RIPRODUZIONE RISERVATA