Lavori Pubblici

Barca: «La Campania ha recuperato il ritardo nella spesa dei fondi Ue»

«In Campania si registra un'accelerazione della spesa dei fondi europei. Restano alcune criticità ma i dati testimoniano un trend positivo. Con la nuova riprogrammazione con le regioni di convergenza c'è stata una ripresa in tutto il Sud». Lo ha detto il ministro per la Coesione Territoriale, Fabrizio Barca, in visita nei giorni scorsi all'impianto di compostaggio del Comune di Salerno che è stato inserito dall'Unione Europea nel novero delle buone pratiche di utilizzo dei fondi comunitari per qualità progettuale, soluzioni tecnologiche adottate, capacità operativa.
Domani (mercoledì 9 gennaio) il Ministro Barca presenterà alla stampa i dati, i grafici e gli istogrammi aggiornati al 31 dicembre 2012, relativi alla spesa certificata presentata dall'Italia a bruxelles e validati dalla ragioneria generale dello stato e dal dipartimento per lo sviluppo e la
coesione economica. Glio annunci già a fine novembre e le dichiarazioni sulla Campani afanno pensare che l'Italia sia riuscita (grazie al Piano azione e coesione) a recuperare il ritardo nella spesa e a centrare i target di spesa europei, evando così il taglio sanzionatorio dei finanziamenti comunitari.
Ha evidenziato il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro: «Non siamo più una regione "canaglia". Raggiungiamo tutti i target fissati con Ue e governo. Grazie anche alla
attività messa in campo dal ministro Barca c'è nuova fase. Funziona la filiera istituzionale governo regione ed enti locali».


© RIPRODUZIONE RISERVATA