Lavori Pubblici

Confapi liquida Aniem, il presidente Piacentini annuncia azioni legali

Confapi decide di liquidare Aniem, l'associazione delle piccole medie imprese dell'edilizia. E Aniem risponde: «Un atto gravissimo, una decisione politica che rovescia i presupposti sui quali si basa un'associazione democratica. Anziché occuparsi della crisi e di tutelare imprese e lavoratori, la direzione di Confapi pensa bene di tutelare se stessa». Così Dino Piacentini, presidente di Aniem ha commentato la decisione del consiglio direttivo di Confapi che il 30 ottobre ha deciso lo scioglimento e la liquidazione dell'Associazione.

«Confapi pretende di legittimare o delegittimare attraverso colpi di mano un'associazione che da quarant'anni tutela la piccola e media impresa edilizia e che associa 8mila aziende – prosegue Piacentini –. È evidente che, pur in un periodo tanto critico, a prevalere in Confapi è l'interesse di chi gestisce la struttura associativa a discapito delle istanze delle imprese e dei lavoratori. Si tratta peraltro di un atto illegittimo ed arrogante, con il quale si pretende di annullare la presenza di un'associazione evidentemente ritenuta scomoda».

E aggiunge: «Serve un nuovo modello di rappresentanza, uno strumento più moderno e adeguato alle esigenze delle imprese. Il sistema Aniem, diffuso in modo capillare su tutto il territorio nazionale, ha già fatto e confermato le sue scelte sulla strada dell'assoluta autonomia nell'interesse unico delle imprese associate». P

Piacentini, che avvierà un'azione legale nei confronti di Confapi, ha annunciato un confronto serrato con Confimi, la Confederazione delle industrie manifatturiere italiane, per verificare le condizioni per una possibile adesione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA