Lavori Pubblici

Sindacati: a rischio 1.400 lavoratori di Pavimental e Spea

«Siamo estremamente preoccupati per la sorte di oltre 1.400 lavoratori edili di Pavimental e Spea, aziende controllate dalla società Autostrade e per questo abbiamo convocato per il 5 novembre a Roma i coordinamenti nazionali sindacali delle due società. In quella assemblea decideremo quali azioni di lotta intraprendere per evitare un piano di riorganizzazione che rischia di pesare interamente sulle spalle dei lavoratori».

Così Donato Bernardo Ciddio, Lanfranco Vari, Romano Baldo, all'indomani dell'incontro tra i sindacati Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil con i vertici della società Autostrade per l'Italia. Per i sindacalisti «l'intero Gruppo sarà coinvolto in un processo di riorganizzazione che prevederà internalizzazioni, spostamento di funzioni, efficientamento, con il rischio di pesantissimi riflessi sui lavoratori, anche per il persistere di una situazione di blocco di alcuni grandi lavori, come la Gronda di Genova, il Passante di Bologna, le terze corsie autostradali. Non permetteremo - concludono Ciddio, Vari e Baldo - che la riduzione dei costi pesi ancora una volta sui lavoratori edili».


© RIPRODUZIONE RISERVATA