Lavori Pubblici

Squinzi: sorveglianza sugli appalti e credito per le imprese

Per i lavori dell'Expo milanese del 2015, che porterà nuove infrastrutture e sviluppo urbano servono sorveglianza sugli appalti e disponibilità di credito alle imprese. Lo ha affermato il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, partecipando all'incontro con i paesi aderenti. Per Squinzi «saranno importanti almeno tre cose: la sorveglianza, attraverso l'implementazione del protocollo per la legalità e la sicurezza e il controllo sugli appalti e sulla gestione dei cantieri; il rispetto dei tempi previsti e la disponibilità del credito alle imprese che stanno investendo delle grandi opere».
L'Expo rappresenta inoltre «un importante occasione per sostenere la crescita delle nostre produzioni manufatturiere in mercati che sono destinati a diventare i motori dello sviluppo. Saranno infatti i paesi in via di sviluppo ad avere i tassi di crescita più elevati nei prossimi decenni, nel continente asiatico come in quello indiano ed africano». In questi paesi la presenza dell'Italia «è ancora insufficiente e frammentata, dovremo far conoscere meglio le potenzialità delle nostre produzioni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA