Lavori Pubblici

Cna Roma: cala il recupero edilizio, ma la città ne avrebbe bisogno

Oltre 200 le foto scattate in una sola settimana da imprenditori che «hanno documentato il degrado di centro e periferia». A darne notizia è la Cna di Roma che oggi, nel consueto appuntamento 'A colazione con i numerì, presenta i dati sull'andamento del mercato delle costruzioni con un focus sul recupero. «Il mercato - spiegano dall'associazione - non mancherebbe. Le immagini di una città che cade a pezzi lo dimostrano».
«Oltre 200 le foto scattate in una sola settimana dagli imprenditori che hanno documentato il degrado di centro e periferia attraverso la pagina Facebook dell'associazione
(www.facebook.com/cna.roma) - spiegano dalla Cna - Casali abbandonati, muri scrostati, armature a vista, frontalini e infissi pericolanti e opere d'arte abbandonate a sè stesse: un
problema di ordine pubblico, prima ancora che di decoro urbano. Ma anche un'opportunità per tante piccole e medie imprese che operano nel settore del rinnovo, che rappresenta quasi 8
miliardi di euro, circa il 75% del valore della produzione nelle costruzioni».
Contemporaneamente, secondo la Cna, il rinnovo e la manutenzione ordinaria sono rimasti quasi sugli stessi livelli: «quasi 7 miliardi nel 2006, contro gli oltre 7,8 miliardi di quest'anno. Le incertezze legate al Piano Casa e gli scarsi investimenti pubblici nella riqualificazione, hanno fatto mancare quell'ossigeno che le imprese avrebbero potuto aspettarsi. In affanno anche i bandi pubblici e i restauri, complici le risorse pubbliche ridotte al lumicino.
Nei primi otto mesi dell'anno i bandi pubblicati per le nuove realizzazioni sono calati del 39% e del 13% per importo. Nello stesso periodo i bandi aggiudicati per le nuove realizzazioni si
sono contratti per il 16% in numero, ma del 40% per gli importi. Il settore del restauro dei beni sottoposti a tutela ha avuto un crollo - concludono - rispetto allo stesso periodo del 2011, del
65% nel numero delle gare e del 67% per gli importi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA