Lavori Pubblici

Nasce la federazione delle «specialistiche» del sottosuolo

Sarà presentata a Piacenza il prossimo 5 ottobre, all'interno del Geofluid. Si tratta di Fias, la Federazione italiana delle associazioni specialistiche, appena costituita da Aif (Associazione imprese fondazioni), Anisig (Associazione nazionale imprese specializzate in indagini geognostiche), e Anipa (Associazione nazionale idrogeologia e pozzi acqua).

La nuova sigla metterà insieme associazioni di imprese che operano nel sottosuolo e che appartengono alle Soa OS21-OS20b e rappresenterà circa 300 imprese, nelle quali operano 5mila lavoratori, per un fatturato complessivo di quasi un miliardo di euro. Le associazioni e la federazione avranno uffici in comune a Roma, per favorire l'integrazione e i rapporti tra gli operatori che lavorano all'interno delle tre strutture. Il nuovo presidente della Fias è Massimo Poggio, che attualmente guida l' Aif.

«La Federazione - spiega - si propone di diventare nei prossimi mesi un interlocutore unico e forte delle istanze delle rispettive associazioni nei confronti delle istituzioni e del mondo esterno. Come primo atto per promuovere le istanze delle nostre imprese, chiederemo di essere ascoltati in audizione alla Commissione lavori pubblici della Camera. Nel contesto generale di crisi, infatti, le imprese specialistiche sono più a rischio di altre, e la costituzione di un nuovo organismo che aggrega le imprese che operano nel sottosuolo deve essere letto in modo assolutamente positivo e propositivo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA