Lavori Pubblici

Cantieri al riparo dell'inflazione: costruire una strada costa meno che nel 2011

Mauro Salerno

La realizzazione di una strada con galleria costa lo 0,2% in meno che un anno fa, ancora maggiore la flessione di costi rilevata di un tratto stradale senza percorsi in galleria. In questo caso il calo arriva all'1% su base tendenziale

Costruire una strada oggi costa meno che nel 2011. Lo segnala l'Istat, nel bollettino trimestrale che misura i costi di realizzazione dei tronchi stradali, questa volta riferito al secondo trimestre del 2012 (clicca qui per scaricare il documento ). Secondo l'Istituto nazionale di statistica la costruzione di una strada con galleria costa lo 0,2% in meno che un anno fa, ancora maggiore la flessione di costi rilevata di un tratto stradale senza percorsi in galleria. In questo caso il calo arriva all'1% su base tendenziale, cioè rispetto al secondo trimestre del 2011.

La tendenza cambia segno se confrontata con il primo trimestre dell'anno. I costi di costruzione in questo caso fanno segnare aumenti dello 0,2% per le strade con tratto in galleria e dello 0,3% per le strade senza gallerie.

A determinare la contrazione dei costi su base annuale è il calo di prezzo registrato sul fronte dei materiali. Il costo dei prodotti utilizzati in cantiere, segnala l'Iistat, si mantiene al riparo dall'inflazione. Anzi subisce flessioni del'2,4% per quanto riguarda le strade con tratto in galleria e di ben il 3,3 nel caso di un percorso privo di passaggi in tunnel. Aumentano, al contrario, le voci di costo che riguardano manodopera, trasporti e noleggi.

Il bollettino Istat si spinge anche ad analizzare le voci di costo per tipologia di strada. Gli incrementi tendenziali maggiori si registrano per le strade in trincea (+3,5%) e in rilevato (+1,9%); le strade in galleria tipo 1 e tipo 3 aumentano rispettivamente dello 0,8% e dello 0,6%, mentre la strada su viadotto diminuisce dell'1,7%.


© RIPRODUZIONE RISERVATA