Lavori Pubblici

Ciaccia: «La Orte-Mestre al prossimo Cipe»

Nicoletta Cottone

Il viceministro alle Infrastrutture ribadisce la volontà del Governo di realizzare l'opera da 10 miliardi

«Nel prossimo Cipe, sono fiducioso, porteremo a casa un'autostrada come la Orte-Mestre», per un valore di 10 miliardi di euro. Lo ha annunciato il viceministro alle Infrastrutture, Mario Ciaccia, a margine della conferenza stampa Anas sul bilancio dell'esodo estivo.

«Stiamo facendo la definizione del piano finanziario - ha detto Ciaccia - e sono fiducioso che si possa fare entro settembre». Un'opera, ha sottolineato il viceministro, che sarebbe la prima basata sulla leva della defiscalizzazione. «Occorre andare avanti in questo senso, ritengo si possa fare di più».

Il governo vuole mantenere gli impegni sul fronte delle infrastrutture, ha detto Ciaccia, «non solo sulla Salerno-Reggio Calabria, ma anche sulle altre infrastrutture che servono per colmare il gap. C'è ancora tanto da fare e c'è l'impegno forte del governo». Il viceministro ha anche ricordato la volontà a mantenere «la "quota sacrale" di 300 milioni annui per la manutenzione ordinaria» e la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del decreto sui project bond. Ha parlato dei provvedimenti del Cipe sulla Tirrenica e sulla nuova Pontina, oltre alla prossima approvazione della Orte-Mestre.

«Si sta dando avvio a qualcosa come 900 chilometri di nuove autostrade, pari al 15% dell'intera rete. Questo dimostra che con la partnership pubblico-privato e una normativa adeguata si può fare molto. Il tempo è scaduto, dobbiamo recuperare decenni in cui si è andati troppo lentamente. Abbiamo capacità e risorse e abbiamo recuperato una "solidarietà di sistema"».


© RIPRODUZIONE RISERVATA