Lavori Pubblici

Costruzioni, cala ancora la fiducia delle imprese

Ad agosto l'indice del clima di fiducia delle imprese italiane scende ancora passando da 82,0 a 78,5. Lo comunica l'Istat, segnalando che la riduzione dell'indice complessivo e' determinata in larga parte dal calo della fiducia rilevato nelle imprese dei servizi, del commercio e delle costruzioni.
Sostanzialmente stabile, invece, la fiducia delle imprese del settore manifatturiero. L'Istat segnala anche come i giudizi sugli ordini delle imprese manifatturiere migliorano, mentre le attese di produzione peggiorano lievemente; il saldo relativo ai giudizi sulle scorte di magazzino rimane invariato.
Le attese sulla produzione delle imprese manifatturiere peggiorano nei beni strumentali (da -4 a -8 il saldo) e in quelli intermedi (da -9 a -13), mentre risultano stabili nei beni di consumo
(-4 il saldo). L'indice del clima di fiducia delle imprese di costruzione, sottolinea l'Istat, iminuisce da 83,8 a 82,0, quello delle imprese dei servizi di mercato diminuisce da 82,0 a 78,5 e quello del commercio al dettaglio scende da 77,5 a 74,7.
Nel settore dei servizi di mercato peggiorano i giudizi e, piu' sensibilmente, le attese sugli ordini; risulta in lieve aumento il saldo delle attese sull'economia in generale. Nel commercio al
dettaglio l'indice del clima di fiducia registra un calo sia nella grande distribuzione (da 68,0 a 62,0) sia nella distribuzione tradizionale (da 88,1 a 85,3).


© RIPRODUZIONE RISERVATA