Lavori Pubblici

Finanziato lo studio di fattibilità per collegare i terminal 1 e 2

È stato approvato dalla Commissione Europea il finanziamento di 524mila euro per lo studio di fattibilità per il coinvolgimento di capitali privati, per la realizzazione del collegamento tra il terminal 1 e il terminal 2 di Malpensa. Il finanziamento servirà a coprire il 50% dei costi dello studio, il restante 50% verrà finanziato da Ferrovienord, del gruppo Fnm, Sea e Regione Lombardia.
Le analisi e le valutazioni permetteranno, inoltre, di poter candidare il collegamento T1-T2 come progetto pilota nel piano proposto dalla Bei e dalla UE finalizzato a ricercare soluzioni sul mercato dei capitali complementari (Project bond Europei).
Il progetto definitivo, il cui valore è stimato in 2,6 milioni di euro, è stato finanziato al 50% dalla stessa Comunità Europea grazie al programma Ten-T 2010 e per il restante da Ferrovienord e Sea. Il progetto complessivo della nuova opera prevede un investimento totale di circa 140milioni di euro. Il collegamento ferroviario tra i due terminal di Malpensa di circa 3,4 chilometri sarà a doppio binario e prevede una nuova stazione ferroviaria a quattro binari, un parcheggio multipiano di oltre 1000 posti e un collegamento pedonale coperto che collegherà la
stazione al Terminal 2.
Per il Presidente di Sea Giuseppe Bonomi, l'approvazione del finanziamento da parte dell'Unione Europea è «un altro segnale importante del riconoscimento del ruolo di Malpensa per la mobilità di passeggeri e merci in Europa. Si tratta di un'opera importante che accrescera la dotazione infrastrutturale del nostro scalo in un momento in cui l'aeroporto di Malpensa ha bisogno di essere rilanciato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA