Lavori Pubblici

Astaldi firma contratto da 2,2 miliardi di euro per autostrada a San Pietroburgo

Astaldi, in joint venture con la società di costruzione turca IC Ictas, ha firmato oggi in Russia il contratto di costruzione per la realizzazione della tratta di completamento del WHSD (Western High-Speed Diameter), l'anello autostradale della Città di San Pietroburgo. Il valore delle opere da realizzare è pari a 2,2 miliardi (di euro Astaldi in quota al 50%).

La firma del contratto di EPC (Engineering, Procurement, Construction) di Astaldi segue il perfezionamento del contratto in PPP (Public-Private Partnership) tra il Consorzio Northern Capital Highway (NCH) e la Città di San Pietroburgo per la costruzione della suddetta tratta e la successiva gestione dell'intera opera, avvenuta sempre in data odierna. Il Consorzio NCH è costituito da VTB Capital e Gazprombank, rispettivamente secondo e terzo Istituto di credito più importante in Russia.

Il WHSD è il contratto PPP più significativo ad oggi sviluppato in Russia e rappresenta un'opera di rilevanza strategica per il sistema dei trasporti della Città di San Pietroburgo, oltre che dell'intero Paese. Il contratto di costruzione assegnato alla Astaldi prevede la progettazione e l'esecuzione di tutte le opere necessarie alla realizzazione di 12 chilometri, corrispondenti alla tratta tecnicamente più complessa del collegamento, per la chiusura dell'anello sul fronte mare. Si prevede l'avvio dei lavori nel prossimo mese di ottobre, con una durata prevista pari a 36 mesi.

Il Gruppo Astaldi opera da circa un anno a San Pietroburgo, dove è già impegnato nella realizzazione del nuovo terminal internazionale dell'Aeroporto "Pulkovo", del valore complessivo pari a EUR 700 milioni, che si prevede venga completato entro i prossimi due anni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA