Lavori Pubblici

Anche la Tor de' Cenci-A12 rallenta la Roma-Latina

Giulia Del Re

Regione e Autostrade per il Lazio assicurano che il progetto sarà concluso a breve. Ma dal municipio XII si sta già ingrossando il fiume di polemiche che quasi sempre accompagna la realizzazione di nuove opere pubbliche impattanti nei vari territori

Nuove grane in vista per l'autostrada Roma-Latina. Dopo la pioggia di ricorsi, il nodo arbitrati e una gara partita ma rimasta appesa all'esito dei contenziosi giudiziari, si sta concretizzando un'altra problematica. Riguarda la progettazione della bretella di collegamento Tor de' Cenci – A12. Il Cipe, con la delibera approvata a novembre 2010 (con cui si confermava lo stanziamento di 468 milioni di risorse pubbliche per la costruzione dell'opera su un costo complessivo di 2,8 miliardi), aveva posto due condizioni: la gara per la realizzazione dell'infrastruttura può essere aggiudicata dopo la risoluzione di ogni forma di contenzioso in essere e dopo la conclusione della progettazione della bretella Eur Tor de' Cenci-A12.

I contenziosi sono ancora in essere – e per certi versi la situazione si è addirittura aggravata con la deposizione di nuovi ricorsi al Consiglio di Stato. Sulla progettazione della bretella la situazione non sembra più serena. Sia la Regione Lazio sia Autostrade per il Lazio assicurano che il progetto sarà concluso a breve. Ma dal municipio XII (quartiere Eur-Tor de' Cenci) si sta già ingrossando il fiume di polemiche che quasi sempre accompagna la realizzazione di nuove opere pubbliche impattanti nei vari territori. I comitati di quartiere sono sul piede di guerra e anche il presidente del municipio, Pasquale Calzetta frena: «Abbiamo forti perplessità circa le ripercussioni che l'opera potrà avere nell'area Tor de' Cenci-Vitinia – ha fatto sapere nei giorni scorsi -i cittadini e gli operatori delle attività commerciali e produttive della zona sono allarmati di front ad un intervento che investirà un intero quadrante. La realizzazione della tratta A12 Roma-Tor de' Cenci interessa direttamente il nostro territorio: chiediamo il massimo coinvolgimento dell'amministrazione municipale al processo decisionale».

Per i prossimi giorni, l'assessore regionale ai Lavori pubblici Luca Malcotti si è detto disponibile a un incontro con i rappresentanti del municipio, per valutare eventuali criticità del progetto della bretella. Il dubbio, però, è che la fase di concertazione vera e propria debba ancora cominciare e che, quindi, la conclusione definitiva della progettazione sia ancora lontana. Eventuali modifiche al progetto non farebbero altro che allungare i tempi della realizzazione di un'infrastruttura di cui si parla da oltre un decennio e che ha già subito varie modifiche progettuali (la prima versione prevedeva una linee retta nell'agro romano, trasformatasi nel tempo nell'adeguamento dell'esistente strada statale Pontina). Insomma, la gara d'appalto partita alla fine dello scorso anno per raccogliere le manifestazioni d'interesse dei vari operatori (l' infrastruttura sarà realizzata per metà con fondi privati) potrebbe dover attendere ancora qualche mese prima di entrare nella seconda fase. Nonostante Autostrade per il Lazio e Regione Lazio continuino ad assicurare che l'invio delle lettere agli interessati è imminente: gli ultimi annunci davano le missive in partenza entro maggio, ma i termini si sono già spostati in autunno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA