Lavori Pubblici

Dal 2008 perso un terzo delle imprese

L'edilizia italiana rischia di trovarsi entro fine anno con un terzo delle imprese in meno e 500mila posti di lavoro persi. L'allarme é stato lanciato dalla prima conferenza del sistema bicamerale delle costruzioni che si è svolto a Napoli. Secondo l'Osservatorio Cnce (Commissione nazionale
casse edili) sulle costruzioni l'attività nel settore si é ridotta di un quarto in tre anni. La contrazione in numero di ore lavorate é stata rispetto all'anno precedente dell'11% nel
2009, dell'8% nel 2010 e del 6% nel 2011. Una situazione che sembra destinata a subire un'ulteriore accelerazione negativa. Nel primo bimestre di quest'anno, infatti, il calo
delle ore lavorate rispetto allo stesso periodo del 2011 é stata pari al 17,5%.


© RIPRODUZIONE RISERVATA