Lavori Pubblici

Unioncamere, le costruzioni hanno perso in un anno 8.328 imprese. E l'indice Istat segna un tonfo del 20%

A.A.

Il dato tendenziale grezzo è il peggiore dal 2009

La crisi morde in modo sempre più pesante il settore delle costruzioni. Lo dicono i dati Movimprese e quelli Istat, diffusi il 18 aprile.

INDICE ISTAT
Nel mese di febbraio, l'indice Istat della produzione nelle costruzioni ha fatto registrare, in valori tendenziali e su base grezza, un calo del 20,3% rispetto al corrispondente mese de 2011. Si tratta del peggiore calo dal gennaio 2009 (-23,3%). Rispetto a gennaio, la contrazione su base mensile destagionalizzata é stata pari a -9,9%, Nella media del trimestre dicembre-febbraio l'indice é sceso del 6,3% rispetto al trimestre precedente. Infine, l'indice corretto per gli effetti di calendario ha registrato una diminuzione del 23% rispetto a febbraio 2011 (i giorni lavorativi sono stati 21 contro i 20 di febbraio 2011). Nella media dei primi due mesi dell'anno la produzione é diminuita del 17,1% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

MOVIMPRESE
La crisi è pesante per tutte le imprese, e i dati Movimprese di Unioncamere hanno fatto segnare infatti, nel 1° trimestre 2012, un saldo negativo di 26mila unità, fra uove imprese e cessazioni, rispetto allo stesso periodo del 2011. E' circa il triplo rispetto ai primi tre mesi del 2011, quando erano mancate all'appello "solo" 9.638 imprese. In termini relativi, la riduzione dello stock delle imprese nel I trimestre è stata pari al -0,43%, contro il -0,16% del 2011.
Tuttavia nel settore delle costruzioni il calo è ancora più pesante. Il saldo del primo triemstre (risetto al 1° trimestre 2011) è negativo per 8.328 imprese, circa il 30% del totale del saldo negativo, mentre le imprese in edilizia sono solo il 14,77% del totale. In termini percentuali, si sono "perse" in un anno lo 0,92% delle imprese di costruzione, a fronte di una media del -0,43%.
A mancare all'appello, nelle costruzioni, sono soprattutto le imprese artigiane: il saldo negativo è infatti di 8.263 imprese, quasi la totalità del saldo negativo nelle costruzioni, e in termini percentuali si tratta dell'1,41%.


© RIPRODUZIONE RISERVATA