Lavori Pubblici

Cantieri Anas, scuole, social housing, carceri. Tutti gli investimenti a misura di piccole e medie imprese

Massimo Frontera

Sottoscritte 1.630 convenzioni con i Comuni con un "tiraggio di cassa" di 347 milioni. Lo ha detto il viceministro delle Infrastrutture Mario Ciaccia intervenendo all'assemblea dell'Ance

«L'importo degli interventi relativi ad opere dimensionalmente "piccole e medie" e quindi congeniali all'intero comparto delle costruzioni e, soprattutto, capaci di generare davvero una immediata cantierizzazione delle opere nell'intero territorio nazionale, risulta di oltre 6.000 milioni di euro». Lo ha detto il viceministro delle Infrastrutture Mario Ciaccia, intervenuto giovedì 29 marzo all'assemblea dei costruttori dell'Ance, a Roma. L'esponente del governo ha fatto un panorama completo dell'impegno del governo nelle costruzioni (si veda il testo completo dell'intervento ). Ciaccia ha passato in rassegna i vari comparti delle costruzioni che rientrano nella gestione delle Infrastrutture.

Edilizia scolastica. Per le scuole il pacchetto di investimenti supera i 943 milioni di investimenti, tra risorse nuove e attivazione di vecchi progetti. Ciaccia ha ricordato l'approvazione della delibera Cipe del 20 gennaio scorso con la quale sono state riassegnate risorse pari a 196,33 milioni di euro per interventi «indifferibili», cui vanno aggiunti i 161,29 milioni di euro (assegnati in termini di competenza) per il primo stralcio del piano di messa in sicurezza delle scuole e i 259 milioni per il II stralcio. Ci sono poi i 100 milioni destinati a nuove scuole e 226,4 milioni per la messa in sicurezza dei soli edifici danneggiati all'Aquila. Ma «il dato più significativo - ha sottolineato Ciaccia - è lo stato di avanzamento dell'intera operazione: ad oggi, infatti, grazie anche ai solleciti effettuati prima del Cipe del 20 gennaio 2012, sono state sottoscritte 1.630 convenzioni con gli Enti locali per l'erogazione, con tiraggio di cassa, delle risorse corrispondenti ad un valore di circa 347 milioni di euro».
«L'intera operazione - ha concluso - coinvolge circa 3.600 imprese di costruzione».

Carceri. Alla platea dei costruttori dell'Ance il viceministro ha anche confermato che il Governo intende sbloccare anche l'edilizia carceraria, utilizzando la prima tranche di 350 milioni dell'assegnazione complessiva di 500 milioni. Dei 350 milioni, 200 serviranno per le nuove carceri in via di completamento mentre 150 milioni sono destinati al piano carceri del 2010.

Opere varie. Nelle sedute del Cipe del 6 dicembre 2011, del 20 gennaio 2012 e del 23 marzo 2012 - ha ricordato ancora Ciaccia, è stata data copertura completa alla prima fase delle «opere piccole e medie» al Sud per un importo globale di 413 milioni di euro, già deliberati in passato (delibera CIPE n. 103/2009). Ed è stato inoltre autorizzato l'utilizzo dei ribassi di gara per circa 85 milioni di euro sempre al Sud. «Le somme che ho indicato - ha precisato - si riferiscono a una prima fase di un intervento globale, approvato dal precedente Governo, che ammonta a 776 milioni di euro. Il nostro impegno è quello di cercare di coprire con la prossima Legge di Bilancio l'importo complessivo».

L'Aquila. Il governo sta seguendo l'evoluzione della prima quota degli investimenti in corso pari a 208 milioni di euro - «quasi tutti appaltati e per la maggior parte cantierati», ha detto Ciaccia - e sta verificando come garantire la seconda quota pari a 200 milioni di euro con la prossima Legge di bilancio.

Edilizia residenziale sociale. Ciaccia ha ricordato gli investimenti legati al piano casa nazionale di social housing, che ha messo a regime investimenti statali per 833 milioni. Investimenti che hanno agito da moltiplicatore in varie linee di attività. Una di queste è il fondo immobiliare gestito dalla Cassa depositi e prestiti sottoscritto per oltre 2 miliardi (di cui 140 milioni da parte del ministero delle Infrastrutture). Il fondo ha consentito di attivare investimenti per 5 miliardi. sul territorio, per 45mila alloggi stimati, di cui 11mila con fondi già allocati. Altri 493 Milioni sono stati appostati sugli accordi di programma con le Regioni, accordi che frutteranno 22mila alloggi 2,9 miliardi di investimenti complessivamente generati. Altri 197 milioni si stanno erogando per interventi di edilizia sovvenzionata, per realizzare complessivamente 5.059 alloggi sociali.

Cantieri Anas. Negli ultimi mesi, ha riassunto Ciaccia, il Cipe ha disposto - tra rifinanziamenti e nuovi finanziamenti - stanziamenti per circa 900 milioni di euro per i micro-cantieri di manutenzione sulla rete stradale dell'Anas. In particolare, il 6 dicembre 2011, è stato approvato il rifinanziamento con 598 milioni di euro dei contratti di programma 2010 e 2011, che erano rimasti senza copertura. Il 23 marzo è stata la volta di 300 milioni per il contratto 2012. Le risorse riguardano prevalentemente interventi di manutenzione straordinaria di piccola dimensione diffusi su tutto il territorio nazionale: 166 interventi a valere sul contratto 2010, 93 relativi al contratto 2011 e 88 cantieri per il 2012.


© RIPRODUZIONE RISERVATA