Lavori Pubblici

Dec, scoperta contabilità parallela da 3 milioni

La società Dec del gruppo Degennaro di Bari ha avuto una contabilità di cassa parallela (da tre milioni di euro) nella quale avrebbe annotato anche il pagamento di stipendi in nero definendoli «fiori» (per 200.000 euro). È quanto ritiene di aver accertato la Guardia di Finanza esaminando la documentazione informatica sequestrata presso il gruppo Degennaro attraverso la quale
sono state ricostruite 908 movimentazioni di cassa nei soli anni 2006-2007.
«Dalla disamina dei fogli di lavoro, relativi al periodo compreso dal gennaio 2006 a maggio 2007 - scrivono gli inquirenti - è emerso che la Dec Spa ha una contabilità di cassa parallela in cui venivano annotate entrate e uscite di denaro extracontabili» per complessivi 3 milioni di euro circa, di cui 200.000 di «fiori».
«Per ogni operazione riportata nel foglio di lavoro - spiega la Procura di Bari - vi è una sintetica causale con utilizzo di acronimi o descrizioni metaforiche molto ricorrenti quale la parola «fiori», associata, in alcune circostanze alla voce stipendi o salari o al nominativo dell'omaggiato.
Secondo i pm inquirenti Renato Nitti e Francesca Romana Pirrelli, «è evidente che questi documenti costituiscono indiscutibilmente la cosiddetta contabilità parallela più comunemente conosciuta come nero».


© RIPRODUZIONE RISERVATA