Lavori Pubblici

«Mediazione per risolvere i conflitti»


«La soluzione delle vertenze tra cittadini ed amministrazioni attraverso mediazione può evitare il blocco delle opere pubbliche con il ricorso al Tar». È il percorso suggerito per snellire l'iter nella realizzazione delle grandi opere pubbliche, in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario del Tar del Veneto, da Bruno Amoroso, Presidente del tribunale amministrativo.

«L'intervento del Tar spesso provoca ritardi nella realizzazione di opere pubbliche - ha rilevato Amoroso - mentre proprio la soluzione concordata, come ci ha insegnato l'esperienza del Passante di Mestre e la Base militare di Vicenza, ha consentito senza il ricorso a sentenze di raggiungere in tempi stretti il risultato voluto da tutti questo è stato merito della regione che ha saputo cogliere alcune nostre indicazioni». «Se troverò consenso sulle autorità competenti - ha proseguito Amoroso - il Tar proseguirà in questa strada perchè potrà essere la via per sciogliere i nodi sulle grandi opere pubbliche che sono essenziali per il paese e che non possono essere fermate per simmetrie di norme o per questioni di norma o rito prive di contenuto reale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA