Lavori Pubblici

Ance: default per l'edilizia in Sardegna

Dal 2007 persi 15mila posti di lavoro

L'Ance lancia l'allarme per «lo stato di default» del settore delle costruzioni in Sardegna dove, dal 2007 ad oggi, si sono persi oltre 15.000 posti di lavoro. La stretta creditizia operata dalle banche e i ritardi nei pagamenti delle amministrazioni pubbliche per opere già eseguite, determinati in larga parte dal Patto di Stabilità interno - si legge in una nota - hanno messo in ginocchio l'intero sistema. L'assenza di politiche di sviluppo da tempo invocate e non ancora attuate, così come l'acuirsi dei ritardi nei pagamenti (che da una media di 8 mesi si allungano sino a sfiorare i due anni) e la conseguente mancanza di liquidità in questa fase di recessione economica, sono i fattori responsabili della chiusura di numerose aziende anche sul territorio regionale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA