Lavori Pubblici

Fatturati in picchiata per le imprese torinesi

Il 35% dei costruttori si aspetta per il 2012 una riduzione del fatturato e il 31,5% un calo dell'occupazione

Il 35% delle imprese edili torinesi si aspetta per il 2012 una riduzione del fatturato e il 31,5% un calo dell'occupazione, mentre il portafoglio ordini subisce una flessione passando da 12,3 a 9,8 mesi. È la situazione preoccupante che emerge dall'indagine del Collegio Costruttori di Torino. «Questi dati - ha affermato il presidente, Alessandro Cherio - peggiorano per le imprese che lavorano prevalentemente nel settore pubblico: il 39% prevede un calo del fatturato e il 43% dell'occupazione». Negli ultimi sei mesi è aumentata la domanda di credito, ma metà delle aziende ha avuto difficoltà a ottenerlo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA