Lavori Pubblici

Fondi Bei per le Pmi lombarde


Ci saranno anche le imprese di costruzione tra i beneficiari del pacchetto di crediti messo a disposizione per le Pmi lombarde grazie a un accordo tra Regione Lombardia e Banca Europea di Investimento (BEI). I fondi sono a disposizione delle micro, piccole e medie imprese lombarde per sostenere il loro fabbisogno di capitale circolante. «La misura - spiega una nota - è dedicata alle aziende dei settori manifatturiero, dei servizi alle imprese, del commercio all'ingrosso e delle costruzioni e viene resa attuativa dalla finanziaria regionale Finlombarda, in collaborazione con i più importanti istituti di credito attivi sul nostro territorio». In poco più di due ore dall'apertura del bando sono state già 75 le Pmi lombarde che hanno chiesto online alla Regione di accedere ai finanziamenti agevolati messi a disposizione dalla Bei (200 milioni di euro) e da 16 banche
convenzionate (300 milioni). E' il frutto di un accordo quadro del 2009 e del contratto del 2011 grazie al quale l'istituto di credito europeo ha aperto una linea di finanziamento a favore di
Finlombarda che, a sua volta, distribuirà i fondi alle piccole e medie aziende lombarde attraverso le banche italiane che aggiungeranno propri fondi.
Il provvedimento è rivolto alle micro, piccole e medie attività dei settori manifatturiero, servizi alle imprese, commercio all'ingrosso o costruzioni che intendono investire nella loro crescita commerciale. I finanziamenti, di importo compreso tra 50e 500 mila euro, verranno concessi a fronte di uno o più ordini-contratti di fornitura di almeno 100mila euro al netto
dell'Iva e copriranno al massimo il 50% dell'investimento. I crediti hanno una durata di 24 o 36 mesi, da restituire con rate semestrali costanti a scadenza fissa. Il tasso d'interesse applicato sarà Euribor a 6 mesi oltre a un margine che varierà tra 325 e 600 punti base per anno in funzione della classe di rischio assegnata alla singola Pmi. Grazie ai contributi in conto interessi di Regione Lombardia le imprese beneficieranno di una riduzione del costo di finanziamento pari a 100 punti base. "E' un segnale di fiducia - ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni - al mondo dell'imprenditoria in un momento complesso come questo". Marguerite McMahon, capo della divisione Banks & Corporates della Bei per l'Italia, ha ricordato
che l'accordo con una Regione ha pochi precedenti in Europa e che dal 2006 le imprese italiane che hanno beneficiato di finanziamenti della banca europea sono state comunque più di
60mila.


© RIPRODUZIONE RISERVATA