Gestionale

Inarcassa, fatture elettroniche gratis per ingegneri e architetti anche nel 2016

Giuseppe Latour

Per accedere al servizio necessario essere in regola con i versamenti e registrarsi - Fatture on line obbligatorie da giugno 2014

Fatturazione elettronica gratis per architetti e ingegneri. Fondazione Inarcassa, il braccio operativo dell'ente di previdenza, ha appena confermato una notizia molto importante per migliaia di piccoli professionisti: anche nel 2016 le sue strutture metteranno a disposizione degli iscritti un sistema on line per elaborare le fatture elettroniche e per conservarle per un periodo di dieci anni.
Il sistema sarà gestito con il supporto tecnico dell'azienda Team System. E consentirà di rispondere agli obblighi di legge senza sopportare i costi che normalmente vengono richiesti dalle società private. Bisogna ricordare, infatti, che da giugno 2014 ministeri, Agenzie fiscali, enti nazionali di previdenza e, in generale, tutti gli enti pubblici non possono più accettare fatture emesse o trasmesse in forma cartacea né procedere al pagamento, nemmeno parziale, di documenti non trasmessi in forma elettronica. La fatturazione digitale, per chi lavora con questi soggetti, è ormai da tempo un obbligo.

Di fatto, però, è necessario rivolgersi a soggetti privati che forniscano il servizio di preparazione delle fatture e, soprattutto, la conservazione secondo le norme di legge. Su questo punto interviene la Fondazione, offrendo un servizio di fatturazione elettronica, comprensivo del servizio di conservazione decennale a norma, dedicato ai singoli professionisti, alle associazioni tra professionisti e alle società di ingegneria aderenti alla Fondazione. E' fruibile via web in maniera completamente gratuita.

Il servizio, attivato nel 2015, viene confermato anche nel 2016, con una estensione. A partire dal prossimo primo gennaio sarà introdotta la possibilità per l'iscritto con posizione individuale e con studio associato di poter fruire, sempre gratuitamente, della fatturazione e della conservazione decennale doppia, tenendo separate le sue due attività. Tutte le informazioni sul servizio e le modalità di adesione sono disponibili sul sito della Fondazione (www.fondazionearching.it).
In generale, comunque, il singolo professionista potrà registrarsi autonomamente e, al termine dell'accreditamento, otterrà le credenziali di accesso che gli permetteranno di accedere al servizio. Lo studio associato, invece, tramite un proprio rappresentante, dovrà, preliminarmente, trasmettere alla Fondazione (info@fondazionearching.it) una autocertificazione dove si attesterà che tutti i professionisti facenti parte dello studio sono, alla data della richiesta, in regola con il versamento della quota annuale. La Fondazione, verificata l'adesione di tutti i soci dello studio, provvederà ad inviare alla società l'autorizzazione all'attivazione del servizio e a fornire le indicazioni per procedere. Nel caso di fruizione del servizio da parte delle società di ingegneria, è invece sufficiente che questa abbia aderito alla Fondazione versando la quota di 120 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA