Città e Urbanistica

Piano da 180 milioni per alloggi, scuole e infrastrutture

Quasi 180 milioni di euro per infrastrutture, edilizia residenziale pubblica, scuole e cultura. È lo stanziamento per le opere pubbliche prioritarie cui verrà data attuazione nel 2015: la parte più consistente riguarda l'edilizia scolastica con lo stanziamento di circa 74 milioni di euro.

«Con questo piano - dichiara l'assessore ai Lavori pubblici e Arredo urbano Carmela Rozza - abbiamo programmato interventi in tutti i quartieri della città: sono opere di riqualificazione, manutenzione, sicurezza che riguardano scuole, case, strade, musei. Negli ultimi due anni il Comune di Milano ha stanziato quasi 450 milioni di euro per le opere pubbliche che rappresentano un impulso importante per l'attività delle imprese e per l'occupazione in città».

Le priorità sono state definite in base al Piano delle opere pubbliche del 2014. Per l'edilizia scolastica gli interventi riguardano la bonifica dell'amianto in 84 scuole e 17 edifici socio assistenziali, la manutenzione ordinaria nelle nove zone, la riqualificazione e la ricostruzione di edifici scolastici . In particolare per la rimozione dell'amianto, messa in sicurezza e adeguamenti normativi nelle scuole e negli edifici socio-assistenziali sono stati stanziati 34.650.000, in pratica 2.5 milioni per ciascuna delle 9 zone di Milano.

A questi si aggiungono i fondi per le manutenzioni a chiamata degli edifici scolastici nella nove Zone per un totale di 6.050.000 mentre altri 9.500.00 sono destinati alla riqualificazione di immobili per attività socio sanitarie e socio assistenziali. Sono, inoltre, da segnalare gli interventi di ricostruzione della scuola di via Puglie (12 milioni), la demolizione e la ricostruzione in legno di via Viscontini (13.500.000), la riqualificazione energetica dell'asilo nido di via Feltrinelli (1.900.000). Per il superamento delle barriere architettoniche ci sono 3.800.000.

L'investimento complessivo per l'edilizia residenziale pubblica è di 44.760.000 euro. In particolare sono stanziati 14,4 milioni per la manutenzione straordinaria, il recupero degli alloggi sfitti e l'adeguamento normativo negli immobili Erp in tutte le 9 zone e negli edifici extraurbani.

Sono poi previsti altri 2 milioni per la rimozione delle fibre e le bonifiche dell'amianto nella 9 Zone e 2.050.000 per la riqualificazione dei cortili nei quartieri di Quarto Oggiaro e Niguarda. Infine sono stanziati 7.600.000 per la riqualificazione e messa a norma degli edifici Casa e Demanio finalizzata all'ottenimento del Cpi (Certificati prevenzione incendi).


© RIPRODUZIONE RISERVATA