Città e Urbanistica

Aquae 2015, a Venezia il padiglione collaterale di Expo di Condotte

Si inaugurerà il 3 maggio 2015, due giorni dopo Expo Milano 2015 da cui e patrocinata e di cui è collaterale, Aquae Venezia 2015 l'evento espositivo internazionale dedicato all'acqua.
Promosso dalla società fieristica Expo Venice S.p.a. - che è anche rivenditore ufficiale dei biglietti per Expo - Aquae 2015 si terrà per sei mesi, fino ad ottobre 2015, nel nuovo padiglione polifunzionale realizzato per l'occasione alle porte di Venezia da Condotte Immobiliare S.p.a., su progetto di Michele De Lucchi architetto progettista del Padiglione Zero di Expo 2015.

Il padiglione resterà alla Città, gestito da Expo Venice S.p.a, anche dopo l'anno dell'Expo per accogliere fiere, esposizioni, eventi culturali e sportivi.
Aquae Venezia 2015 mira a raccontare, rappresentare, testimoniare le eccellenze della ricerca e dell'impresa, dei valori simbolici e concreti legati all'acqua. Aquae 2015 realizza in tal senso un percorso interattivo e multisensoriale tra gli innumerevoli temi legati all'agricoltura e all'industria, alla salute e al benessere, al tempo libero e al lavoro: un evento che mira ad essere occasione di dibattito e confronto, alla base del quale è la consapevolezza dell'importanza dell'oro blu come risorsa fondamentale per la vita e bene limitato.

"Aquae Venezia 2015 è una manifestazione rivolta a tutti - afferma l'Amministratore Delegato di Expo Venice Giuseppe Mattiazzo - Interpretando il senso dell'Expo, il tema acqua verrà sviluppato in modo divertente ed interattivo per coinvolgere cittadini e turisti, famiglie e studenti. Eventi di carattere scientifico e commerciale saranno rivolti ai rappresentanti di aziende ed istituzioni. Aquae è un progetto ambizioso che punta a far di Venezia il centro del dibattito sul tema dell'acqua anche dopo il 2015. Il padiglione in realizzazione a Marghera contribuirà a riqualificare un'area fondamentale per il territorio, con ricadute apprezzabili sull'indotto."

"Siamo partiti da uno schizzo dell'architetto Michele de Lucchi dello scorso febbraio trovando il modo di riportare le funzioni vitali che avessero una attrattiva nel difficile mercato immobiliare di oggi - commenta Isabella Bruno Tolomei Frigerio Presidente Condotte Immobiliare S.p.a. Da qui è nato il rapporto con Expovenice che prenderà in affitto e gestirà per i prossimi 13 anni il padiglione. Abbiamo investito 30 milioni di euro per costruire 10 mila metri quadrati di un moderno padiglione espositivo, che non sarà provvisorio, ma rimarrà a disposizione della città, innestando un processo di riqualificazione dell'area deindustrializzata di Porto Marghera, per il benessere della città intera. Dopo Expo Aquae 2015 si prevede di completare lo sviluppo con la realizzazione di una parte ricettiva ed edifici con funzioni terziarie direzionali e commerciali, spazi ad utilizzo pubblico e verde, il tutto in una logica di sostenibilità secondo le più evolute tendenze europee nel recupero ambientale".

"Lo spreco idrico, al pari di quello alimentare - afferma il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti - è un crimine contro la natura, una colpa etica oltre che ambientale ed economica. In Italia esiste un enorme deficit infrastrutturale sul quale bisogna intervenire: ogni cento litri d'acqua, infatti, ben 38 si disperdono per strada in reti idriche colabrodo. Questa inefficienza è un problema ambientale rilevante e un costo che paga la collettività".

"Aquae Venezia rappresenta uno dei punti di forza del programma di attività di Expo Milano 2015 - conclude Maurizio Martina, Ministro Politiche Agricole, Alimentari e Forestali - dimostrando la capacità di questo evento nel coinvolgimento dei territori italiani. La questione dell'acqua è vitale, se consideriamo che nel 2050 4 miliardi di persone potrebbero non avere un adeguato accesso alle risorse idriche. Venezia nel 2015 sarà la Capitale dell'acqua e lì si metteranno a confronto tecnologie, esperienze e buone pratiche per la gestione e l'uso ottimale di una risorsa preziosa e limitata. L'Italia farà la sua parte, dando anche su questo tema un contributo innovativo."


© RIPRODUZIONE RISERVATA