Città e Urbanistica

Ad Alessandria parte la gara del Demanio per la valorizzazione della cittadella militare

Maria Chiara Voci

L'Agenzia del Demanio ha lanciato una gara a «offerta libera» per la valorizzazione della struttura ex militare. Offerte entro il 9 settembre 2014

È uno dei pochissimi esempi, in Europa, di fortificazione del XVIII secolo ancora esistente, con una caratteristica forma a stella: dopo anni di studio e confronto con il territorio, per individuare la vocazione finale, l'Agenzia del Demanio – che ha la proprietà del bene – ha pubblicato oggi la gara per l'affidamento in concessione della storica Cittadella di Alessandria.

Il bando ha più di una particolarità: innanzitutto, è a offerta libera. In secondo luogo, anche il periodo di affitto del bene è variabile e potrà andare da un minimo di 6 fino a un massimo di 50 anni. Chi acquisirà il bene dovrà preoccuparsi non solo di garantirne la manutenzione e tutela, ma di dare vita a una vera e propria valorizzazione. L'immobile – così come definito dal Comune insieme al Mibact – potrà essere riconvertito e utilizzato per ospitare attività turistiche e ricreative, museali, artigianali, commerciali e di promozione di specifiche eccellenze del territorio. All'interno del complesso potranno inoltre trovare spazio manifestazioni culturali.

Il termine per partecipare alla gara scadrà il prossimo 9 settembre 2014: per rispondere al bando è necessario effettuare un sopralluogo, che dovrà svolgersi prima del 4 luglio. L'offerta dovrà essere corredata di un progetto di recupero, restauro e rifunzionalizzazione.

Il vincitore sarà selezionato sulla base dell'offerta del canone annuo, in funzione dell'equilibrio economico-finanziario degli investimenti proposti, della durata della concessione presentata, della massimizzazione del valore finale del bene al termine della sua trasformazione. L'Agenzia del Demanio si riserva, comunque, di non procedere all'aggiudicazione se nessuna proposta, fra quelle che saranno avanzate, dovesse risultare conveniente o idonea. L'aggiudicazione prevede infine la Certificazione della Qualità della Gestione del Patrimonio Culturale – Ges Herity.

Scarica il bando di gara (link )
Scarica l'Information memorandum (link )
Scarica la bozza di contratto di concessione di valorizzazione (link )
Scarica tutti gli altri documenti sul sito dell'Agenzia del demanio


© RIPRODUZIONE RISERVATA