Città e Urbanistica

Punta Perotti, dallo Stato 32 milioni di risarcimento ai Matarrese per ingiusta confisca e demolizione

Lo Stato ha versato 31,8 milioni di euro a titolo di risarcimento dei danni alla Sud Fondi, la società della famiglia Matarrese proprietaria di Punta Perotti, il complesso edilizio in costruzione ritenuto abusivo e quindi confiscato ed abbattuto nel 2006 sul lungomare a sud di Bari.

Il risarcimento è stato liquidato - riportano alcuni quotidiani locali - dopo un decreto ingiuntivo emesso su richiesta dei legali dei Matarrese a seguito della sentenza di riconoscimento del danno emessa dalla Corte europea dei diritti dell'uomo. In favore dei costruttori era già stata liquidata nel febbraio 2013 una prima parte del risarcimento di 7 milioni di euro (5 ai Matarrese e due divisi tra Andidero e Quistelli).

Altri otto milioni sono stati accreditati ora sul conto degli Andidero. Il risarcimento è relativo al mancato godimento dei suoli su cui sorgevano i palazzi dal 2001 (anno della confisca) a novembre 2010 (quando la confisca fu ritenuta illegittima dalla Cedu)


© RIPRODUZIONE RISERVATA