Città e Urbanistica

Napoli, in arrivo 100 milioni per riqualificare il centro storico

Via libera dalla Commissione europea al Grande progetto Centro storico di Napoli. I fondi, quasi 100 milioni di euro, saranno destinati alla riqualificazione e valorizzazione del sito patrimonio dell'Unesco. Positivi i commenti da parte degli enti interessati: Regione Campania, Comune di Napoli, Provveditorato alle opere pubbliche, Soprintendenze e Fondo edifici di culto. "Grande progetto Ue Unesco per centro storico di Napoli. Con noi idee e progetti per rilancio Napoli e Campania", ha scritto su Twitter il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro.
"E' una grande notizia - hanno commentato gli assessori ai Grandi progetti del Comune, Mario Calabrese e al Centro Storico-sito Unesco Carmine Piscopo -. Sono prossime all'indizione le prime due gare per un importo complessivo di 4milioni e 700mila euro che riguardano l'Insula del Duomo con lavori di restauro, tra l'altro, della Cattedrale e con la creazione di un percorso panoramico a livello della copertura e di Cappella Pignatelli.

Sempre a breve - hanno annunciato - partiranno altre sette gare di progetti già consegnati al Provveditorato alle opere pubbliche. "E' il risultato di un grande lavoro di squadra - hanno concluso i due assessori -. Continueremo su questa strada perché il Grande progetto rappresenta un'occasione straordinaria di sviluppo e di rilancio della città".
L'assessore regionale Edoardo Cosenza, che ha la delega al coordinamento strategico dei Grandi progetti ha espresso "soddisfazione" per l'ok della Commissione europea.
"Viene premiata, ancora una volta, la politica di concentrazione tematica dei fondi portata avanti dalla Giunta Caldoro. Il Grande progetto Unesco consentirà - ha spiegato - il recupero e la riqualificazione di complessi monumentali come quelli del Duomo, dei Gerolomini, di Santa Maria La Nova, di San Lorenzo Maggiore, dell'Annunziata e dell'Ascalesi, degli Incurabili, delle chiese di San Pietro a Majella, di Santa Croce al Mercato, del Monte dei Poveri e delle numerosissime cappelle del centro antico nonché il recupero di Porta Capuana, la riqualificazione delle piazze e delle strade del cuore di Napoli con il rifacimento dei sottoservizi e delle reti infrastrutturali, la realizzazione di spazi verdi per attività ludico-ricreative, l'infrastrutturazione telematica".

"Il Grande progetto - ha precisato Cosenza - porterà al recupero complessivo di 230mila metri quadri di superficie. In perfetta sinergia con il Comune di Napoli e con il Provveditorato alle Opere pubbliche, andremo avanti spediti - ha concluso - per dar corso alle prime gare a breve".


© RIPRODUZIONE RISERVATA