Città e Urbanistica

Barca: Il 21 marzo partono i lavori di ricostruzione

«Si parte a primavera, il 21 marzo». Il ministro della Coesione Territoriale, Fabrizio Barca, conferma il via alla ricostruzione dell'Aquila. «Tra quaranta giorni - spiega il ministro - annunceremo con il sindaco Cialente una road map in cui indicheremo con precisione edificio per edificio i tempi del bando di gara, dell'inizio dei cantieri e della consegna dei lavori».
«Si partirà con gli edifici pubblici. Cominceremo a giugno con il teatro San Filippo e subito dopo con il Palazzo Del Governo, che sarà sede della Provincia». Per Barca, «i soldi ci sono, anzi i
soldi non sono mai stati un problema perchè oltre a quelli che erano stati già messi prima che intervenissimo noi, c'è un miliardo e 200 milioni di euro che abbiamo stanziato a dicembre».
«Prima che io me ne vada - afferma il ministro - ci sarà la road map con tanto di targhe appese sugli edifici, perché la gente dell'Aquila sappia quale parte della città ricomincia a vivere. La stessa cosa succederà per gli edifici privati».

Alla domanda sul perché la ricostruzione del centro storico non sia ancora cominciata, il ministro Barca risponde che «l'errore principale è stata la gestione non democratica della ricostruzione. Adesso invece ne abbiamo riconsegnato ai sindaci il potere e la proprietà».
Nella stessa intervista il ministro rivendica che la ricostruzione leggera è molto avanti. «In questo momento - dice - sono rientrate all'Aquila 39mila delle 67mila persone che erano fuori casa. Siccome spesso si fa l'esempio positivo delle Marche, voglio dire che le persone rientrate all'Aquila sono il 59%, una percentuale più alta di quelli che alla stessa data erano rientrate nelle loro case nelle Marche».


© RIPRODUZIONE RISERVATA