Città e Urbanistica

Su gara per il restauro rinvio ricorso Tar a fine gennaio

Rinviata al 31 gennaio la decisione del Tar del Lazio sulla regolarità della prima delle quattro gare per il restauro del Colosseo. Su richiesta di una delle parti ricorrenti (che ha chiesto la possibilità di proporre motivi aggiunti al suo intervento), i giudici della II sezione quater hanno posticipato a fine gennaio l'udienza di merito.
Il riferimento è alla gara per la progettazione esecutiva e l'esecuzione del restauro dei prospetti settentrionale e meridionale dell'Anfiteatro nonché per la realizzazione delle cancellate a chiusura dei fornici del primo ordine. I ricorsi sono stati proposti dalle società Lucci Salvatore Impresa di Costruzioni (seconda classificata nella gara) e Gherardi ing. Giancarlo (aggiudicataria definitiva); totale dell'importo di aggiudicazione: circa 8 milioni di euro.
La gara in questione è stata aggiudicata definitivamente il 30 agosto scorso a Gherardi; la società a novembre è stata però esclusa dalla Soprintendenza, a causa della mancata presentazione di una parte della documentazione richiesta. Esclusione, questa, contestata davanti al Tar. Cosa diversa per Lucci che, classificatasi al secondo posto, contesta l'aggiudicazione definitiva della gara. Per il restauro del Colosseo restano ancora da affidare altre tre gare. Si tratta di quella che porterà alla creazione di un centro servizi e di quelle per il restauro degli emicicli e delle parti interne dell'Anfiteatro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA