Città e Urbanistica

Piano città, Ciaccia: «Nessun Comune sarà lasciato solo»

L'adesione dei Comuni al «Piano Citta» delineato dal Governo, «è stata straordinaria con 425
proposte, che riflettono una domanda forte di rigenerazione urbana a cui vogliamo dare seguito».
Quelle che «non potranno essere selezionate non saranno accantonate». È quanto ha
affermato, in un passaggio del suo intervento alla giornata conclusiva di 'Smart City Exhibition 2012', il vice ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Mario Ciaccia.
«Infatti - ha osservato - oltre alle risorse pubbliche della nostra selezione, investitori anche stranieri in real estate hanno manifestato interesse concreto ad operare nel
Piano città».
In pratica, ha spiegato Ciaccia riferendosi alla procedura, «dopo la selezione delle proposte vincenti, in collaborazione con Regioni e Anci aiuteremo i Comuni che non ce l'hanno fatta a
perfezionare le proposte avvalendoci dell'expertise accumulato nella Cabina di regia».
Poi, ha aggiunto, «effettuato questo perfezionamento, metteremo tutte le proposte in vetrina, con modalità da definire (web o padiglione di una fiera) coinvolgendo tutti coloro che sono interessati ad investire. Le proposte - chiosa - saranno così pronte per l'interesse degli investitori e anche per le future edizioni del Piano città».


© RIPRODUZIONE RISERVATA