Città e Urbanistica

Sono 2.500 i beni architettonici danneggiati

Sono 1.438 i complessi architettonici danneggiati dal sisma del 20 e 29 maggio censiti dalla direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici dell'Emilia-Romagna, che ha raccolto ben 3.702 Segnalazioni.

Degli edifici danneggiati, 1.271 sono situati nella sola provincia di Modena (dati aggiornati alla metà di settembre). Ma secondo le stime della direzione, dal momento che i complessi architettonici aggregano più edifici, si calcola i beni tutelati danneggiati dal sisma non siano meno di 2.500.

Oggi intanto é iniziata l'opera di messa in sicurezza dell'oratorio dell'Immacolata Concezione di Novi, che è uno dei tanti interventi messi in campo dalla direzione regionale, che ha aperto con risorse proprie più di 40 cantieri per un impegno di spesa di oltre 320mila euro, cui si aggiungono 340mila euro per il ripristino della funzionalità dei propri istituti e 310 mila per il recupero e primo intervento di restauro delle opere d'arte tratte dalle macerie degli immobili di interesse culturale crollati. Il totale delle risorse messe in campo sfiora quindi il milione di euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA