Città e Urbanistica

Dalla «Città di transizione» al territorio sostenibile, ecco i progetti premiati dall'Inu

Al. Tr.

I vincitori del sesto «Premio urbanistica» selezionati dai visitatori di UrbanPromo - La premiazione a novembre a Bologna durante l'edizione 2012 dell'evento dedicato al marketing territoriale

La «Città di transizione» ideata dal comune di Bari, il programma di strategie sostenibili della Calabria e il progetto di riqualificazione urbana a Padova firmato da Confcommercio. Sono alcuni dei progetti vincitori della sesta edizione del Premio Urbanistica, il concorso indetto dalla rivista scientifica dell'Inu (Istituto nazionale di urbanistica) che dal 2006 seleziona i progetti più votati dai visitatori di Urbanpromo, la manifestazione nazionale del marketing urbano e territoriale promossa dallo stesso Inu insieme con Urbit. Nell'edizione 2011 del salone i visitatori hanno espresso una preferenza anonima per ciascuna delle tre le sezioni del premio («Inserimento nel contesto urbano», «Qualità delle infrastrutture e degli spazi pubblici», «Equilibrio degli interessi nel rapporto pubblico/privato»): i dieci progetti selezionati saranno premiati in una cerimonia nel corso di «Urbanpromo rigenerazione urbana», l'evento in programma dal 7 al 10 novembre a Bologna, nelle sedi di Palazzo D'Accursio e alla Salaborsa Urban Center. Altro appuntamento in programma è «Urbanpromo social housing», che si terrà l'11 e il 12 ottobre a Torino, al Circolo dei lettori presso Palazzo Graneri della Roccia.

Ecco l'elenco dettagliato dei progetti vincitori.
Sezione «Inserimento nel contesto urbano»:
- il Consorzio Mercato Navile che insieme al Comune di Bologna ha presentato la rigenerazione urbana dell'Area Ex Mercato Ortofrutticolo del capoluogo emiliano, 28 ettari a nord della città storica riqualificata secondo il progetto ideato da Tasca Studio e Studio Scagliarini;
- il Comune di Bari che ha messo a punto nella zona di Japigia - S.Anna un modello di «Città di Transizione» tra tessuto urbano e campagna;
- il programma di urban regeneration in un quartiere centrale di Messina, promosso dalla STU «Il Tirone» e presentato alla manifestazione dallo Studio FC&RR Associati Srl;
- il progetto per un nuovo polo d'interscambio nella città di Salerno, promosso dall'azienda della mobilità CSTP e progettato dal RTP Sabbatino - Ferrara - Marino.

Sezione «Qualità delle infrastrutture e degli spazi pubblici»:
- il Comune di Palermo con il «Programma Operativo di Interventi Intersettoriali», uno strumento di sviluppo urbano e di area vasta inserito nel progetto «Territori Snodo 2» promosso e coordinato dal Ministero delle Infrastrutture;
- la Regione Umbria che ha studiato e promosso una campagna informativa per la promozione dei centri storici dei dieci Comuni interessati dai Programmi Urbani Complessi - Puc 2;
- la Regione Calabria con una programma di strategie sostenibili per i territori calabresi, coordinato dal Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio.

Sezione «Equilibrio degli interessi nel rapporto pubblico/privato»:
- Confcommercio - Imprese per l'Italia con un intervento per la riqualificazione urbana e la rivitalizzazione economica del centro storico di Padova, realizzato in collaborazione la Confcommercio locale e l'Amministrazione comunale;
- il Comune di Benevento con il «Progetto di Territorio» inserito nel Programma sperimentale promosso e coordinato dal Ministero delle Infrastrutture, che promuove le opportunità offerte dal potenziamento infrastrutturale tra Tirreno e Adriatico;
- il Comune di San Pier Niceto (Me) con il Piano Strategico Ganime, un piano innovativo che punta a rafforzare l'identità comprensoriale dell'area compresa tra la città di Messina e il versante tirrenico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA