Città e Urbanistica

Firmati i piani di ricostruzione in tre Comuni per 226 milioni

Prende forma amministrativa la ricostruzione dei Comuni di Rocca di Cambio, Ovindoli e Lucoli: il presidente della Regione e Commissario per la ricostruzione, Gianni Chiodi, ha sottoscritto oggi insieme con il presidente della Provincia, Antonio Del Corvo, e i sindaci dei tre centri dell'aquilano l'intesa sui Piani di ricostruzione dei tre comuni che insieme con Rocca di Mezzo, il cui Piano di ricostruzione è stato già sottoscritto, costituiscono l'Area omogenea 9.

I tre Piani di ricostruzione oggetto dell'intesa prevedono una spesa complessiva di 226 milioni di euro, di cui 206 saranno destinati all'edilizia privata, 16,7 milioni all'edilizia pubblica e di culto e, infine, 3,8 milioni alle reti e spazi pubblici. Nel dettaglio, il comune di Rocca di Cambio avrà 48 milioni di euro, di cui l'82% per edilizia privata, il 10% per quella pubblica e l'8% per reti e spazi pubblici. Al comune di Ovindoli andranno 11,5 milioni di euro, con l'86% all'edilizia
privata e il 14% a quella pubblica; mentre, infine, al comune di Lucoli andranno 166 milioni di euro, quasi tutti destinati (il 94%) all'edilizia privata.

L'intesa di oggi fa salire a 13 i Piani di ricostruzione sottoscritti per un importo complessivo destinato di 640 milioni di euro. I piani di ricostruzione sono stati prodotti dall'Università "La Sapienza" di Roma - Dipartimento di Architettura, al quale è andato il ringraziamento sentito dei presidenti Chiodi e Del Corvo e dei sindaci «per il grande lavoro portato avanti in questi mesi», soprattutto «perché fatto operando direttamente sul territorio a contatto con le esigenze
dei cittadini».


© RIPRODUZIONE RISERVATA