Città e Urbanistica

De Magistris avvia il project financing per il nuovo stadio

Brunella Giugliano

La Giunta comunale di Napoli ha approvato una delibera con cui viene emanato lo schema di "Avviso di manifestazione di interesse per la presentazione delle proposte di project financing per la realizzazione di un nuovo Stadio e per il recupero dello stadio San Paolo".

Si tratta di un atto con cui l'amministrazione guidata da Luigi De Magistris intende invitare i privati ad avanzare proposte per valutare la possibilità di costruire un nuova struttura sportiva sul territorio cittadino ed eseguire un intervento di valorizzazione di quella esistente, con la rifunzionalizzazione degli spazi liberi circostanti.

L'obiettivo è di aprire un confronto che garantisca, nello stesso tempo, la concorrenza tra gli operatori economici e la massima trasparenza dell'azione amministrativa. La decisione è stata dopo la candidatura, pervenuta al Comune da parte della società Idis, di un'idea progettuale che prevedeva un nuovo Stadio su proprie aree. La nuova struttura, in particolare, potrà essere realizzata su suolo di proprietà comunale o privato.

La scelta, si legge nella manifestazione d'interesse, «deve essere supportata da valutazioni di ordine sociale, urbanistico, ambientale e infrastrutturale, degli impatti paesaggistici e delle esigenze di riqualificazione delle aree periferiche della città, nonchè del piano finanziario con indicazione delle risorse e dei finanziamenti previsti».

La progettazione degli interventi, inoltre, dovrà porre attenzione al rispetto per l'ambiente e all'utilizzo di energie rinnovabili, garantendo alti livelli qualitativi anche in riferimento all'accessibilità, al trasporto pubblico e al contenimento del consumo del suolo. I lavori di rifunzionalizzazione dello Stadio San Paolo, infine, dovranno iniziare dopo il completamento e la messa in esercizio del nuovo stadio o, in ogni caso, permettere senza interruzioni lo svolgimento delle competizioni del Napoli Calcio. La manifestazione d'interesse non ha valore vincolante per l'amministrazione e non ha valore precontrattuale. Le proposte di project financing dovranno pervenire entro 90 giorni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA