Città e Urbanistica

Bankitalia: rischio mafia nella ricostruzione all'Aquila

La Banca d'Italia sottolinea il rischio di infiltrazioni mafiose «significative» negli appalti
pubblici «connessi agli interventi di ricostruzione delle aree interessate dal sisma abruzzese». Lo afferma il vicedirettore generale della Banca d'Italia, Anna Maria Tarantola, in audizione alla commissione Antimafia rilevando come al riguardo vi siano diverse indagini giudiziarie«. Via Nazionale, ricorda la Tarantola, ha intensificato i controlli sugli sportelli bancari della zona ed avviato una collaborazione con la prefettura de L'Aquila.


© RIPRODUZIONE RISERVATA