Città e Urbanistica

Proposta di recupero di Restart per l'area dell'ex Sgl Carbon

È stata presentata il 26 aprile la proposta per la bonifica e la riqualificazione dell'area ex Sgl Carbon di Ascoli Piceno, elaborata da Restart, consorzio che raccoglie 40 imprenditori locali. La proposta ripropone la tripartizione dell'area di 27 ettari, tra verde pubblico, edilizia residenziale e polo tecnologico e scientifico. Secondo Restart il progetto dovrebbe attivare investimenti per 328 milioni, occupando 300 addetti nell'arco dei prossimi 10 anni.
La prima fase della riconversione è però quella della bonifica del suolo, dopo un secolo di attività industriale (l'insediamento, ormai dentro la cinta urbana di Ascoli non è stato ancora dismesso). Il costo della bonifica è stimato intorno ai 35 milioni. Il progetto per attivarsi dovrà passare per l'approvazione di un apposito accordo di programma pubblico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA