Città e Urbanistica

Bagnoli, nuovo bando per 4 lotti del Piano urbanistico, domande entro il 19 giugno

Brunella Giugliano

Dopo due gare andate deserte Bagnolifutura pubblica nuovamente l'asta per la vendita di 70mila mq dell'area tematica 2 del Pua

La Bagnolifutura Spa, la società di trasformazione urbana del Comune di Napoli, ci riprova e dopo il flop di due gare andate deserte, pubblica per la terza volta l'asta per la vendita di una parte dell'Area tematica 2 del Pua di Bagnoli. Si tratta di un avviso esplorativo che interessa un suolo dall'estensione totale di 70.000 metri quadrati, dove è prevista la realizzazione di residenze, attività turistico-ricettive, uffici e negozi per complessivi 400.000 metri cubi.

La novità rispetto agli appalti precedenti è che l'intera area è stata divisa in quattro lotti, ognuno di circa 16.000 metri quadrati e con volumi variabili tra 55.000 e 80.000 metri cubi. Il primo lotto è quello in cui è concentrata una maggiore quantità di volumi destinati al terziario ed al commercio, circa 41.500 mc (ulteriori 38.500 sono per le residenze), mentre negli altri tre lotti l'avviso prevede che il 70% delle cubature vadano alle residenze (circa 150 alloggi) e il 30% al terziario e commercio. Il prezzo a base di gara per il primo lotto è di 21 milioni, mentre per gli altri tre è di 14, per un totale di 63 milioni (poco più dei 57 milioni previsti dal precedente appalto). E per evitare un ulteriore insuccesso e riuscire ad attirare gli investitori, la Bagnolifutura ha puntato tutto su una procedura più snella: l'avviso esplorativo, infatti, consentirà ai promotori di presentare, in prima battuta, una semplice domanda, da inoltrare entro il prossimo 19 giugno. Coloro che verranno selezionati saranno, poi, invitati a presentare un'offerta economica, comprensiva di un progetto di massima, entro fine agosto.

Previste anche alcune semplificazioni procedurali per ridurre i tempi per l'ottenimento dei permessi e delle autorizzazioni necessarie alla realizzazione degli interventi. Con una delibera di Giunta comunale, infatti, approvata la scorsa settimana, si è stabilito di accelerare le fasi istruttorie di verifica tecnica dei progetti che saranno presentati all'amministrazione per il rilascio del permesso di costruire. A questo scopo la Bagnolifutura, insieme al Dipartimento di pianificazione urbanistica, sta definendo uno schema planovolumetrico relativo ai quattro lotti che sarà di riferimento per coloro che saranno inviatati a presentare un'offerta. Per partecipare alla gara, gli interessati dovranno dichiarare di aver realizzato negli ultimi 10 anni interventi complessivamente non inferiori a 50.000 metri cubi e di avere un patrimonio netto non inferiore a 7,5 milioni per l'esercizio 2010. La procedura verrà aggiudicata al concorrente che ha offerto il prezzo più alto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA